Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La pittura di Kandinsky e la musica di Schoenberg: due arti a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

per saper adattare criteri tradizionali a contenuti nuovi. Lo stesso spirito, sentito più drammaticamente per via di precarie situazioni personalmente vissute, anima gli scritti di Schönberg, portavoce anch’egli teorico e pratico di quel principio della necessità interiore, che è un imperativo all’espressione ‘pura’ di se stesso, con ‘puri’ mezzi artistici, che l’artista consapevole deve rispettare, per non tradire se stesso, a costo della solitudine e dell’incomprensione più radicale come prezzo da pagare. Questa tesi si propone l’illustrazione delle diverse fasi che i due artisti attraversano parallelamente, dalle prime influenze artistiche con i primi tentativi creativi, le prime opere e le prime composizioni sceniche, passando per i rispettivi contributi teorici, la collaborazione artistica (segnata da un’intensa quanto breve amicizia), fino al periodo di stasi seguito al primo conflitto mondiale, caratterizzato da un impegno organizzativo e da problemi artistici, ovvero conflitti interiori, che inaugurano la nuova fase definita ‘costruttivista’ (nel senso più generale del termine) con l’Accademia Statale Bauhaus e la Dodecafonia, per concludere con l’esilio subito da entrambi, contraddistinto da una nuova stagione creativa e dai tanto attesi riconoscimenti artistici ufficiali. Seguendo passo per passo l’avventurosa vita dei due artisti, lo scritto metterà in evidenza le analogie e le differenze nello sviluppo artistico, dagli inizi quasi tradizionali (con una predilezione per l’elemento arcaico originario), dal graduale allontanamento dalle regole precostituite dell’arte, con l’idea dell’artista come guida- profeta, il rifiuto del materialismo (teosofia per Kandinsky e religione per Schönberg) e le teorie sulla sintesi delle arti (applicate nelle composizioni sceniche), fino al periodo della ricerca di un nuovo ordine formale in seno ai nuovi contenuti che entrambi esprimono, anche nell’impegno didattico; senza tralasciare perciò la diversa

Anteprima della Tesi di Simone Mercuri

Anteprima della tesi: La pittura di Kandinsky e la musica di Schoenberg: due arti a confronto, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Conservazione dei Beni Culturali

Autore: Simone Mercuri Contatta »

Composta da 180 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 39408 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 26 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.