Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il libro per l'infanzia. Editori, lettori, esperienze siciliane

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

11 crediamo inoltre si possa delegare tutto a una visione pedagogica della letteratura che necessariamente tenti di conciliare problematiche sociali e piacere della lettura, laddove spesso risultati positivi sono riconosciuti da tutti tranne che dai veri destinatari del libro. Il problema � che ogni anno sono in circolazione migliaia di novit�, non certo tutte di elevato valore e a comprare, o a scegliere un libro sono alla fine bambini e genitori. Saranno allora il rispetto e la conoscenza dei bambini a fare da guida, considerando in primo luogo che il libro, la storia, non vengono vissuti dal bambino nello stesso modo dell�adulto e che la cosa migliore che possiamo fare � aiutare il bambino a sviluppare coscienza e rispetto di s�, immaginazione e creativit�. 15 E questo Gianni Rodari lo suggerisce nella sua Grammatica della fantasia: Creativit� � sinonimo di � pensiero divergente�, cio� capace di rompere continuamente gli schemi dell�esperienza. E� �creativa�una mente sempre al lavoro, sempre a far domande, a scoprire problemi dove gli altri trovano risposte soddisfacenti, a suo agio nelle situazioni fluide nelle quali gli altri fiutano solo pericoli, capace di giudizi autonomi e indipendenti (anche dal padre, dal professore e dalla societ�), che rifiuta il codificato, che rimanipola oggetti e concetti senza lasciarsi inibire dai conformismi. 16 Le case editrici generiche pubblicano ogni anno migliaia di libri, ma sono i lettori infine a fare le scelte e le differenze, aldil� certo di tutte le strategie possibili per emergere e farsi comprare. Lo stesso avviene nel settore per ragazzi, con una differenza: c�� sempre qualcuno che indirizza, giudica e censura con l�indiscussa autorit� dell�essere adulto. Liberi di leggere, liberi di scegliere quel prodotto davvero speciale che � il libro per ragazzi, di cui un 15 Cfr. Roberto Denti, Lasciamoli leggere, Torino, cit. 16 Gianni Rodari, Grammatica della fantasia, Torino, Einaudi, 1973, p.171

Anteprima della Tesi di Maria Giarratana

Anteprima della tesi: Il libro per l'infanzia. Editori, lettori, esperienze siciliane, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Maria Giarratana Contatta »

Composta da 247 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 11854 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 15 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.