Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Contagio e interdipendenza nei mercati finanziari: aspetti metodologici ed evidenza empirica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Introduzione 7 In terzo luogo, test sul contagio come definiti precedentemente sono un utile modo per verificare l’efficacia della diversificazione internazionale degli investimenti per ridurre il rischio di portafoglio: se la correlazione tra due economie dovesse aumentare dopo uno shock, ciò indebolirebbe molto le fondamenta su cui si basa la diversificazione internazionale. Una definizione di contagio meno stringente che si focalizzasse sull’ampiezza delle relazioni tra mercati, piuttosto che sulle variazioni di queste relazioni, non si indirizzerebbe a questa questione; una definizione più stringente che si focalizzasse su come gli shock si trasmettono tra i paesi aggiungerebbe informazioni addizionali che, quantunque interessanti, non sarebbero necessarie per valutare l’efficacia della diversificazione internazionale degli investimenti. Un quarto vantaggio dell’approccio indicato in questo lavoro è che esso evita di dover direttamente misurare e differenziare tra i vari meccanismi di propagazione degli shock proposti da una vasta letteratura teorica. 1 Anzi, esso fornisce un valido metodo per distinguere tra quelle teorie, le cosiddette “crisis-contingent theories”, che spiegano perché i meccanismi di trasmissione cambiano durante una crisi e perché i legami cross-market aumentano dopo uno shock, da altre teorie, le cosiddette “non crisis-contingent theories”, che assumono che i meccanismi di trasmissione rimangano gli stessi sia durante una crisi, sia nei periodi stabili e, quindi, che i legami cross-market non aumentino dopo uno shock: evidenza di contagio supporta il primo gruppo di teorie e, viceversa, nessuna evidenza di contagio supporta il secondo gruppo. Infine, definire contagio un significativo aumento nelle relazioni tra mercati è coerente con un’idea intuitiva di ciò che costituisce contagio. Per esempio, per due paesi strettamente collegati in tutti i possibili stati del mondo, localizzati nella stessa area geografica, con molte similitudini in termini di struttura di mercato e storia, con forti legami nel commercio e 1 Un quadro generale di questa letteratura teorica è presente in Claessens, Dornbush e Park (2001).

Anteprima della Tesi di Marco Negri

Anteprima della tesi: Contagio e interdipendenza nei mercati finanziari: aspetti metodologici ed evidenza empirica, Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Marco Negri Contatta »

Composta da 127 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1448 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.