Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Levinas e la scuola fenomenologica

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

7 con Husserl, questo contatto con Monsieur Chouchani � stato davvero il grande evento della mia vita.� 2 Heidegger e Husserl 3 � accanto a Monsieur Chouchani � sono stati, dunque, le fonti del pensiero levinassiano. E lo sono stati a tal punto che leggere L�vinas significa entrare nel mezzo di un serrato dialogo coi due maestri � Heidegger soprattutto. Se cos� �, appare naturale il chiedersi come siano stati da lui recepiti i loro pensieri. Chi �, quindi, Husserl per L�vinas? Chi � Heidegger? Queste domande � alla risposta delle quali � dedicato questo capitolo introduttivo � assumono ancor pi� importanza se si presta attenzione al fatto che lo stesso L�vinas caratterizza come fenomenologico il suo metodo anche quando le divergenze con i due maestri andranno quantitativamente e qualitativamente aumentando. Si deve dunque rispondere a queste domande e lo si pu� fare prendendo in considerazione una serie di articoli, scritti nell�arco di trent�anni, dedicati all�esposizione del pensiero dei due maestri o di alcuni loro aspetti particolari. Li prender� in considerazione rilevando particolarmente gli argomenti che via via verranno considerati nel corso di questo lavoro. 2 Tratto dall'intervista Testimonianza filosofica � Parigi, Istituto Italiano di Cultura, gioved� 5 maggio 1994. 3 Colpiscono, a questo proposito, un articolo apparso nel 1931 col titolo di Fribourg, Husserl et la ph�nomenologie e soprattutto quanto scritto ne Le impr�vus de l�histoire (�Sono arrivato a Friburgo nel momento in cui il maestro [Husserl] aveva appena lasciato il suo insegnamento regolare [�] La sua cattedra � passata a Martin Heidegger, il suo discepolo pi� originale [�] Di una potenza intellettuale eccezionale, il suo insegnamento e le sue opere offrono la migliore prova della fecondit� del metodo fenomenologico [�] Ho compreso quello studente tedesco che avevo incontrato nel rapido Berlino-Basilea mentre mi recavo a Friburgo. Interrogato sul luogo ove era diretto egli mi rispose, senza sorridere: �vado dal pi� grande filosofo del mondo��, pp. 105-106). Si veda anche l�introduzione de La ruine de la representation, e relativa nota (En d�couvrant l�existence avec Husserl et Heidegger, pp. 141-143).

Anteprima della Tesi di Matteo Penati

Anteprima della tesi: Levinas e la scuola fenomenologica, Pagina 5

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Matteo Penati Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6730 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.