Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La traduzione del testo filmico: ''Die bleierne Zeit'' e la sua versione italiana a confronto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 2. LA TRADUZIONE DEL TESTO FILMICO: I VINCOLI DEL SINCRONISMO 2.1. Il testo multimediale La traduzione realizzata nel doppiaggio trova il suo carattere specifico nel fatto di occuparsi della trasposizione linguistica e culturale non di un testo esistente nella sua sola dimensione scritta, ma di un testo multimediale. Secondo la definizione formulata da Katherina Reiss 23 , il testo multimediale è un testo scritto per la recitazione o per il canto, che per la sua completa realizzazione dipende da un medium non linguistico (tecnico) o da altre forme di espressione non verbale (grafica, acustica, visiva). Questo tipo di testo è quindi caratterizzato da un’interdipendenza dinamica di fattori espressivi: l’elemento linguistico rappresenta solo una tra le molteplici componenti che interagiscono nell’attualizzazione dell’atto espressivo. La componente linguistica di un testo multimediale non ha un’esistenza autonoma; non è, come nel romanzo, unica artefice di un nuovo mondo; essa, per realizzare tutte le proprie potenzialità, necessita del completamento di un contesto multimediale. Proprio in questa estrema dipendenza dagli elementi contestuali è da individuare il tratto distintivo del testo filmico, testo multimediale per eccellenza. 2.1.1. Il linguaggio filmico L’opera filmica è un’entità espressiva risultante da un complesso intreccio di diverse componenti segniche: il senso globale, infatti, non è veicolato da un unico codice, ma piuttosto da una fitta rete costituita da livelli semiotici differenti. I codici che interagiscono nella comunicazione filmica possono essere brevemente schematizzati come segue 24 : 23 K. Reiss, H. J. Vermeer, Grundlegung einer allgemeinen Translationstheorie, Tübingen: Niemeyer, 1984 (citato da C. Heiss, “Il testo in un contesto multimediale”, Traduzione multimediale per il cinema la televisione e la scena, a cura di C. Heiss, R. M. Bollettieri Bosinelli, Bologna: CLUEB, 1996, p. 17. 24 La ripartizione dei livelli semiotici in cui il linguaggio filmico può essere scomposto è ripresa essenzialmente da M. Ulrych, “Film dubbing and the translatability of modes of address. Power relations and social distance in The French Lieutenant’s woman”, Traduzione multimediale per il cinema la televisione e la scena, a cura di C. Heiss, R. M. Bollettieri Bosinelli, Bologna: CLUEB, 1996, p. 140.

Anteprima della Tesi di Isabella Amico Di meane

Anteprima della tesi: La traduzione del testo filmico: ''Die bleierne Zeit'' e la sua versione italiana a confronto, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Isabella Amico Di meane Contatta »

Composta da 191 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 6678 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.