Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendere a distanza: analisi, progetto e sviluppo del server di MultiCom II

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

natura dell'argomento, il numero di interazioni fra queste cause di mutamento e altre cause di variabilit� che neppure conosciamo" [Crowder, 1960]. Quest�affermazione di Crowder rappresenta una delle prime critiche all�oggettivismo, considerato sino agli anni sessanta un modello di riferimento e sposta cos� l'attenzione oltre che sui comportamenti anche sui processi interni che li attivano e sulle cause che li determinano. Le relazioni simboliche tra concetti nella mente possono essere rinforzate se debitamente comprese. Inizia ad essere considerato quindi importante lo stile di apprendimento. Se i processi cognitivi possono essere capiti e studiati, l�insegnamento pu� far uso di questa introspezione per rendere l�apprendimento pi� efficace. Progressivamente si delinea un approccio alla psicologia dell'apprendimento, detto cognitivista, che � radicalmente opposto a quello del comportamentismo skinneriano. Il cognitivismo pone con forza l'accento sui processi interni, sugli atteggiamenti e sugli stati mentali e suggerisce al progettista di non puntare soltanto al raggiungimento degli obiettivi didattici, ma di tener anche conto dei fattori cognitivi che ne favoriscono il raggiungimento. Viene data attenzione sia alla quantit� che alla qualit� dell'apprendimento. Questo cognitivismo di prima generazione viene anche detto cognitivismo HIP (Human Information Processing) [ACM, 2003], poich� viene usata la metafora del computer, che porta a considerare l�uomo come un sistema di elaborazione di simboli, un sistema cognitivo puro avulso da ogni contesto. I cognitivisti cercano di conoscere pi� nozioni possibili riguardo al modo in cui l�uomo elabora le informazioni che riceve. Come si avvicinano i discenti a nuovi compiti e concetti? Che strategie usa individualmente ogni studente? Come decodifica e assimila le informazioni? Come � possibile attivare o recuperare queste informazioni immagazzinate? I cognitivisti cercano di comprendere e dare una risposta a tutte queste domande. Una volta completata questa ricerca, studiano come esporre

Anteprima della Tesi di Enrico Paolo Lelli

Anteprima della tesi: Apprendere a distanza: analisi, progetto e sviluppo del server di MultiCom II, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Enrico Paolo Lelli Contatta »

Composta da 162 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1356 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.