Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Antropologia della danza in contesto africano. Un'esperienza in Ghana

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’Africa danzante ________________________________________________________ quattro battiti, il primo ed il terzo, gli accenti importanti nella musica africana sono il secondo ed il quarto. I musicisti non hanno entrate stabilite contando a partire da un tempo principale, ma devono con attenzione trovare le loro entrate in relazione estetica con gli altri strumenti. Il principio non è quello di entrare a tempo, ma piuttosto quello di risposta agli altri ritmi. Di solito i singoli ritmi sono piuttosto semplici e ripetitivi, ma è la loro combinazione e lo scontro tra diversi ritmi incrociati a creare complessità. Ogni musicista contribuisce con la sua parte alla costruzione poliritmica totale (v. Chernoff 1979). Il ritmo che potremmo considerare "di base", quello che “segna il tempo”, non è enfatizzato, spesso è tenuto soltanto da piccoli strumenti come campane o sonagli. I musicisti ed i danzatori evitano di lasciarsi confondere concentrandosi ognuno sulla propria parte; sono attivamente impegnati nel dare senso alla musica completando l'insieme ritmico con il canto ed il movimento del corpo (a cui, come vedremo, si fa spesso indossare oggetti che provocano suono con il movimento, come per esempio cavigliere ai piedi o conchiglie ai fianchi). Nel metodo di apprendimento usato nel contesto africano, il tutto viene insegnato simultaneamente alle parti perché queste non devono risultare separate tra loro. Infatti, non è un caso che un occidentale si senta ''confuso" nell'apprendere questo metodo e più avanti riporterò un dialogo tra ghanesi e non-ghanesi che fa riflettere proprio sulla diversità di approccio di insegnamento e apprendimento (v.cap.4, par.7).

Anteprima della Tesi di Serena Ademollo

Anteprima della tesi: Antropologia della danza in contesto africano. Un'esperienza in Ghana, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Serena Ademollo Contatta »

Composta da 207 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8108 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 14 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.