Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Previdenza complementare e trattamento di fine rapporto

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 - la commisurazione delle pensioni alla contribuzione versata (anziché alle retribuzioni percepite); - la regolamentazione secondo criteri di flessibilità delle condizioni d’accesso al pensionamento; - la armonizzazione degli ordinamenti pensionistici, pur nel rispetto della pluralità degli organismi assicurativi; - la considerazione della previdenza obbligatoria e della previdenza complementare, come parte di un unico sistema; della stabilizzazione della spesa pensionistica. La scelta di maggior rilievo è risultata quella dell’abbandono del sistema retributivo di calcolo delle pensioni e del ritorno al sistema di calcolo fondato (come in epoca anteriore al 1968) sul quantum dei contributi versati durante l’intero arco della vita lavorativa. Nel complesso disegno del Legislatore il quadro delle riforme avviate negli anni ’90 si completa ed integra con la disciplina legale delle forme pensionistiche complementari (D.lgs. 21 aprile 1993, n. 124, modificato e integrato dal D.lgs. n. 585 del 1993, dalla legge n. 335 del 1995, dalla legge n. 449 del 1997, dal D.lgs. n. 47 del 2000 e dal D.lgs. n.168 del 2001): la tanto attesa “previdenza complementare”, da porre come “secondo pilastro” dell’intero sistema, che è destinata ad erogare “trattamenti pensionistici complementari del sistema obbligatorio pubblico e al fine di assicurare più elevati livelli di copertura previdenziale” (art. 1 D.lgs. 124/1993). La struttura previdenziale dei paesi economicamente e socialmente più avanzati è costruita infatti su tre pilastri 8 : - il primo è rappresentato dalla previdenza obbligatoria, nella quale operano gli enti previdenziali di natura pubblicistica o le casse di previdenza di alcune categorie

Anteprima della Tesi di Samuele Fumagalli

Anteprima della tesi: Previdenza complementare e trattamento di fine rapporto, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Samuele Fumagalli Contatta »

Composta da 161 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10851 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 42 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.