Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Economia della seduzione. Analisi delle forze concorrenziali e strategie di vantaggio competitivo nella moderna conquista amorosa

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 avvolta in un destino che la vuole con il seduttore, tuttavia è lei a dover scegliere, così come dimostra il dubbio che la assale. Nessuno la costringe né la obbliga: la seduzione esiste solo con la complicità di chi la subisce, e sarà lei a decidere di cedere alle lusinghe del cavaliere e di avviarsi verso il futuro che la vede nobildonna e sposa di Don Giovanni. Ella è divenuta peccatrice, e si è gettata nella rete che le è stata tesa dal seduttore. E ha scelto il male. Ecco perciò che la seduzione consiste, nella visione che la vittima ha di se stessa, nella percezione di in un passo avanti. La seduzione la trasporta verso un’altra dimensione in cui possa sentirsi migliorata, facendo sensibilmente gioco sulla sua autostima. Proprio la concezione del sé di quest’ultima diviene un’arma nelle mani del seduttore, la cui abilità sta nel rendere più reale possibile questo nuovo ambiente in cui il sedotto possa sentirsi il re. Qui sta tutta la violenza della seduzione, poiché una volta scoperto il regno, una volta raggiunta la vetta dell’illusione e del sogno di essere diventato qualcosa di straordinario, nessun uomo vuol più tornare indietro. Ed essendo questa dimensione proprietà esclusiva del seduttore, sua invenzione e costruzione, essa esiste solo assieme a lui, nelle sue parole, nei suoi racconti e nelle sue lusinghe. Ed è la piena consapevolezza della vittima questa: che questa meravigliosa illusione esiste solo assieme al seduttore, e se di quel mondo ella può esserne regina, egli né è il Dio creatore. Staccarsi da lui significa perdere tutto, tornare come prima, cioè indietro, lasciare tutto quello che ha scoperto. L’attrazione che è insita nella seduzione è la capacità di creare il reale laddove non c’è, facendo sentire alla vittima di essere qualcosa di nuovo e di migliore. Il seduttore fa leva sulla sua autostima, e più la concezione del sé è bassa, più facilmente questi sarà sensibile a cedere alle lusinghe e ad abbandonarsi nel magico mondo creato su misura per lei, poiché più bisognosa di illusioni e promesse. La vanità è l'arma con cui ogni vittima seduce se stessa, e compito di

Anteprima della Tesi di Francesco Cellini

Anteprima della tesi: Economia della seduzione. Analisi delle forze concorrenziali e strategie di vantaggio competitivo nella moderna conquista amorosa, Pagina 12

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Comunicazione

Autore: Francesco Cellini Contatta »

Composta da 354 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3308 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.