Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Donne extracomunitarie nel settore dell'assistenza domiciliare. Un progetto pilota per il loro inserimento socio-lavorativo

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

17 discriminazioni e asimmetrie, sia all'interno che all'esterno della famiglia 8 . La realtà, sia a livello familiare che lavorativo, appare ancora decisamente contrassegnata da strutture di genere anche se, certamente, nel corso del tempo i termini di questa diversità si sono modificati. La disuguaglianza è rimasta evidente nella quotidianità, soprattutto per quanto concerne il lavoro familiare. Indipendentemente dalla presenza di un impegno extra-domestico più o meno esigente in termini emozionali e di tempo all'interno del mercato del lavoro, alla donna rimangono ancora essenzialmente attribuite le responsabilità di cura e accudimento. Ben pochi passi avanti si sono fatti nella redistribuzione dei compiti tra coniugi. Da questo punto di vista sono le donne che hanno dimostrato e dimostrano, sul piano della dimensione quotidiana, di essere in grado di assumere ruoli che escono dall'ambito privato e di riuscire, nonostante tutte le difficoltà di natura strutturale e culturale con cui devono misurarsi, a coniugare tempi di famiglia, tempi di lavoro, tempi di cura. 1.3.1 Complessificazione del lavoro familiare In questo scenario, dobbiamo inoltre rilevare che l'impegno quotidiano della donna nella e per la famiglia, è andato nel tempo trasformandosi e complessificandosi, tanto che oggi parlare di lavoro domestico sembra riduttivo e viene utilizzato al suo posto il termine di lavoro familiare. Questa espressione designa un insieme di attività rivolte alla famiglia che non riguardano semplicemente la cura della casa e dei suoi membri, ma si estendono anche al di fuori di questa, richiedendo alla donna una capacità organizzativa, un dispendio di tempo, un coinvolgimento emotivo, una volta, forse, meno pressanti. Seguendo a questo proposito la distinzione di Laura Balbo 9 , si possono individuare nell'ambito del lavoro familiare diverse dimensioni, e precisamente il lavoro domestico, il lavoro di consumo e il lavoro di rapporto. 8 SCISCI A., La donna tra famiglia e lavoro: il caso italiano, in "Rassegna italiana di sociologia", n.4, 2002, pp.235-251. 9 BALBO L., La doppia presenza, in "Inchiesta", n.32, 1978, pp.3-11.

Anteprima della Tesi di Silvia Russo

Anteprima della tesi: Donne extracomunitarie nel settore dell'assistenza domiciliare. Un progetto pilota per il loro inserimento socio-lavorativo, Pagina 13

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Silvia Russo Contatta »

Composta da 153 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2690 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.