Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Apprendimento e motivazione allo studio negli studenti universitari

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

L’approccio metacognitivo 9 (Procedural Knowledge) fa riferimento alla conoscenza su come si affrontano determinati compiti: essa è rappresentata in gran parte da euristiche e da strategie; un tipico esempio riguarda come suddividere e categorizzare nuove informazioni. La conoscenza condizionale (Conditional Knowledge) riguarda il quando e il perché usare le conoscenze dichiarative e procedurali; essa permette un adattamento alle richieste specifiche di ogni compito. L’aspetto di Regulation of cognition riguarda un set di attività che aiutano l’individuo nel controllare il proprio apprendimento; essa permette un miglioramento delle performance, attraverso un uso efficace delle risorse attenzionali e delle strategie esistenti e una maggiore consapevolezza degli errori di comprensione del compito. Sintetizzando i modelli teorici analizzati, si può, quindi, concludere che il nucleo comune della metacognizione è l’unione di una componente di conoscenza e una componente di controllo: entrambi questi aspetti verranno analizzati nei prossimi paragrafi. 2. LA CONOSCENZA METACOGNITIVA Le conoscenze metacognitive riguardano quanto il soggetto sa o crede circa una pluralità di processi cognitivi, quali la memoria, la comprensione, lo studio ecc.. Possono esservi incluse le idee circa il funzionamento cognitivo in generale, le convinzioni sulle proprie capacità, la consapevolezza dell’esistenza di problemi cognitivi e delle proprie capacità di farvi fronte, la conoscenza dell’efficacia e dell’uso delle strategie e dei personali punti di forza e di debolezza. Tutti questi elementi possono derivare da esperienze personali o dall’osservazione del comportamento altrui (De Beni, Moè 2000). Nel considerare il costrutto metacognizione esiste il pericolo di considerare metaconoscenza tutta la conoscenza che guida il nostro comportamento; è necessario, di conseguenza, non dimenticare che il requisito fondamentale è che l’oggetto della conoscenza sia la nostra attività mentale, non il comportamento o il mondo esterno (Cornoldi 1995).

Anteprima della Tesi di Michele Poletti

Anteprima della tesi: Apprendimento e motivazione allo studio negli studenti universitari, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michele Poletti Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 10169 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 17 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.