Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'estensione urbana verso il mare: una nuova strategia per lo sviluppo turistico e commerciale della città della Spezia

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 insediativo urbano, il Golfo della Spezia al litorale apuano. Tuttavia tali valenze positive rimangono inattive, come congelate, dalle persistenti condizioni di isolamento del comprensorio lunigianese nei confronti di quelle regioni economiche dell’Italia settentrionale che rappresentano attualmente il motore dello sviluppo economico. La chiave dello sviluppo è rappresentata dalla capacità, sinergica, del comprensorio di agganciarsi alla regione economica basso-padana attraverso la serratura di Parma, sfruttando le potenzialità di regionalizzazione della metropoli apuo-spezzina offerte dal sistema portuale e dei trasporti 5 . 1.3.2 Genova, Massa-Carrara e Parma Nel caso spezzino esiste un territorio che soltanto parzialmente coincide con i confini amministrativi della provincia. Infatti la posizione geografica della città – lungo un’arteria di importanza nazionale quale l’Aurelia, alla confluenza di alcune direttrici economiche interregionali rappresentate dalle vallate della Magra e del Vara, al limite di una zona altamente industrializzata qual è quella della pianura di Massa-Carrara e in un punto di elevatissimo interesse turistico, all’interno di uno dei più sicuri porti naturali della Penisola – determina attorno alla Spezia la gravitazione di carattere sociale ed economico di un territorio assai vasto. Mentre i legami della città con la sua regione, la Liguria, sono praticamente limitati agli allacciamenti stradali e ferroviari, e ad una analogia di organizzazione economica con gli altri centri liguri (Genova e Savona), il baricentro della zona d’influenza della Spezia tende a spostarsi verso levante e verso mezzogiorno. È una realtà 5 G. GIORGETTI, Il senso (ritrovato) della ricerca, in Istituto Ligure di Ricerche Economiche e Sociali, Il bacino socio-economico della Lunigiana, La Spezia, Cassa di Risparmio della Spezia, 1985

Anteprima della Tesi di Ernesto Gianardi

Anteprima della tesi: L'estensione urbana verso il mare: una nuova strategia per lo sviluppo turistico e commerciale della città della Spezia, Pagina 8

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Ernesto Gianardi Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3853 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.