Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Capitolo 1 8 − Predisposizione di rapporti relativi allo stato di attuazione e ai risultati della programmazione; − Valutazioni istituzionali delle università; − Effettuazione di valutazioni tecniche in merito a proposte di nuove istituzioni universitarie statali e non statali ai fini dell’autorizzazione al rilascio di titoli aventi valore legale; − Predisposizione di studi e documentazioni in relazione allo stato dell’istruzione universitaria, all’attuazione del diritto allo studio, agli accessi ai corsi di studi universitari e alla definizione dei criteri di riparto della quota di riequilibrio del fondo per il finanziamento ordinario delle università; − Presentazione di una relazione annuale sulla valutazione del sistema universitario e promozione della cultura della valutazione e autovalutazione. Importante modifica alla precedente legislazione viene dall’art. 6 del decreto in esame, il quale alza i componenti dell’Osservatorio fino a quota 7 membri, contro i cinque prescritti dal decreto 22/02/96. I membri dell’Osservatorio sono nominati dal Ministro dell’università e della ricerca scientifica e tecnologica, scelti tra studiosi di comprovata qualificazione ed esperienza nel campo della valutazione (anche in ambito non accademico), di cui due su una rosa di cinque nomi designata dal Consiglio universitario nazionale (CUN). L’Osservatorio per la valutazione del sistema universitario ha avuto vita breve, in quanto dopo il suo insediamento presso il MURST nel 1996 è stato soppresso in data 19 aprile 2000, e sostituito dal Comitato Nazionale per la valutazione del sistema universitario così come prescritto dalla già citata legge 19/10/1999 n° 370. 1.3 Coordinamento tra l’Osservatorio e i nuclei Poiché gli interlocutori dell’Osservatorio, all’interno dell’università, sono i nuclei si è considerato opportuno e necessario la costituzione di una sede di incontro allo scopo di permettere lo scambio di informazioni e la disamina di problematiche comuni tra i nuclei. Sulla base di queste considerazioni l’Osservatorio si è fatto promotore della

Anteprima della Tesi di Antonello Briglia

Anteprima della tesi: La valutazione della didattica dell'ateneo Modenese. Un approccio fuzzy, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Antonello Briglia Contatta »

Composta da 143 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2725 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.