Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La Tiara di Novgorod. L'origine, la storia e la leggenda

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

21 vivevano, in palese contraddizione con le più genuine norme cristiane. Ad una protesta di carattere sostanzialmente sociale, si sovrappose, dunque, una contestazione di carattere spiccatamente anticlericale, la quale fu in seguito accusata d’eresia ed apostasia dalla vera fede 34 . La cosiddetta eresia degli “strigol’niki” nacque come movimento di riforma, teso a migliorare tanto la situazione sociale, quanto quella ecclesiastica e giunse a posizioni assai più radicali, effettivamente vicine all’eresia, soltanto come reazione alle dure persecuzioni e condanne. Nato nella seconda metà del XIV secolo a Pskov e in seguito diffusosi anche fra la popolazione e alcuni esponenti del basso clero e dei monaci di Novgorod, il movimento degli strigol’niki ancora oggi presenta molti punti oscuri; per esempio, la stessa origine del termine con cui essi sono identificati, (strigol’niki, strigol’ničestvo) è dubbia 35 . Sembra assodato comunque che gli eretici criticassero in particolare la pratica comune della simonia (postavlenie po mzde) e della corruzione generale nella chiesa e su questa base, pertanto, contestassero l’autorità della chiesa e della sua gerarchia, nonché la liceità d’alcuni sacramenti da essa amministrati (in particolare la confessione, la comunione e tutti i riti legati ai defunti) 36 . Data la pericolosità del movimento, che affondava la proprie radici nel forte malcontento sociale, le autorità di Novgorod sostennero la politica del vescovo, tesa allo sradicamento totale del dissenso: dal 1375, con la dimostrativa condanna a morte d’alcuni esponenti di spicco del movimento, 34 Klibanov 1960, pp. 85, 89-93, 120; Chorošev 1980, pp. 71-72. 35 Per alcuni esso deriva dal verbo antico russo “striči”, che significa tagliare, tosare e di conseguenza indicava il mestiere di tosatore o barbiere; per altri esso alludeva ad un particolare rito che dovevano compiere i novizi per entrare nella setta, ovvero una particolare tonsura (“strižka”); altri infine pensano che il termine indicasse il clero scomunicato (“rasstriga”) (Choroškevič 1997, col. 244; Klibanov 1960, pp. 133-135; Onasch 1969, pp. 151; Conte 1991, pp. 512-513). 36 Klibanov 1960, pp. 121-133; Chorošev 1980, pp. 72-74; Onasch 1969, pp. 152-154; Choroškevič 1997, coll. 244-245; Garzaniti 1988, p.82; Conte 1991, pp. 512-513; Picchio 1968, pp.184-185.

Anteprima della Tesi di Chiara Sanchioni

Anteprima della tesi: La Tiara di Novgorod. L'origine, la storia e la leggenda, Pagina 15

Tesi di Laurea

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Chiara Sanchioni Contatta »

Composta da 344 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1765 click dal 27/04/2004.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.