Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

C.A.L.L. ( Computer Assisted Language Learning ), web based learning e supporti informatici per interpreti: esordi, sviluppi e prospettive

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

10 2 C.A.L.L. nascita e sviluppi Il recente cambiamento di atteggiamento nei confronti dell’insegnamento informatizzato è riassunto in maniera efficace da Warschauer e Healey, i quali sostengono che “Gli ultimi anni hanno mostrato un’esplosione dell’interesse verso l’uso del computer nell’insegnamento e apprendimento delle lingue. Solo dieci anni fa, l’uso del computer in una classe di lingua era appannaggio esclusivo di un ristretto gruppo di specialisti. Tuttavia, con l’avvento dell’informatica multimediale e di Internet, il ruolo dell’istruzione informatizzata è divenuto un tema importante con cui moltissimi insegnanti di lingua si confrontano giornalmente”. 3 Per comprendere a pieno questa affermazione è necessario fare un salto nel passato, all’inizio degli anni sessanta, quando iniziarono le prime sperimentazioni dell’uso dell’elaboratore applicato alla Second Language Acquisition (da qui in poi SLA), l'apprendimento della seconda lingua. I primi esperimenti si avvalevano di quelli che venivano definiti MAINFRAME COMPUTERS, vale a dire gli elaboratori centrali ad alte prestazioni, per intenderci, i “cervelloni elettronici” che compaiono, per esempio, nei film americani del tempo, quelli a parete con dei piccoli schermi a sfondo nero sui quali i caratteri appaiono in verde o in bianco. Certo non si trattava di strumenti maneggevoli, né tantomeno economici, infatti, questo tipo di elaboratori erano (e sono ancora, seppur abbiano assunto una forma molto più moderna, ma non per questo meno costosa), esclusiva dotazione delle istituzioni accademiche o delle grandi aziende. 3 Mia traduzione di "Recent Years have shown an explosion of interest in using computers for language teaching and learning. A decade ago, the use of computers in the language classroom was of concern only to a small number of specialists. However, with the advent of multimedia computing and the Internet, the role of computers in language instruction has now become an important issue confronting large numbers of language teachers throughout the world" Warschauer, Mark, & Healey, Deborah (1998) Computers and Language Learning: An Overview. Language Teaching . Disponibile all’indirizzo Internet : http://www.gse.uci.edu/markw/overview.html

Anteprima della Tesi di Mirta Devitor

Anteprima della tesi: C.A.L.L. ( Computer Assisted Language Learning ), web based learning e supporti informatici per interpreti: esordi, sviluppi e prospettive, Pagina 10

Tesi di Laurea

Facoltà: Scuola sup. di Lingue Moderne per Interpreti e Traduttori

Autore: Mirta Devitor Contatta »

Composta da 256 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7370 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.