Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Business Combinations e Impairment Test: il caso Entrium - Bipop

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

Business Combinations e Impairment Test: il caso Entrium-Bipop. 6. La mancanza di armonizzazione riscontra gravi problematiche in particolare sulle piazze finanziarie mondiali, dove in taluni casi viene richiesto di redigere i bilanci secondo i principi contabili internazionali (IAS), mentre in altri, vedi gli USA, sono richiesti i principi nazionali (ad es.: US GAAP). Questa situazione è origine sia di ostacoli alle imprese che decidono di reperire fondi all’estero, essendo costrette a redigere due o più serie di conti, sia di svantaggi competitivi per gli investitori, che si trovano di fronte a dati non omogenei, mutevoli secondo il paese in cui si trovano. Pertanto, si ritiene che l’adozione di criteri uniformi a livello internazionale possa produrre notevoli vantaggi a favore di tutti i soggetti interessati ad operare in un ambiente multinazionale, consentendo allo stesso tempo uno sviluppo dell’economia mondiale e dei mercati finanziari. Le origini degli IAS: IFAC e IASC Un serio progetto di convergenza contabile internazionale inizia nel 1973 dall’International Federation of Accountant (IFAC), l’organizzazione che rappresenta la professione contabile internazionale, nel momento in cui costituisce l’International Accounting Standard Commitee (IASC) allo scopo di promuovere l’armonizzazione delle regole per la predisposizione dei bilanci delle società. Gli strumenti di cui dispone lo IASC a partire dal 1973 sono tre: 1. la pubblicazione di International Accounting Standard (IAS); 2. i principi di revisione, cioè gli Standard of Auditing (ISA); 3. gli International Auditing Practise Statement (IAPS), utilizzabili come parametro di riferimento nell’emissione e riesame delle regole nazionali dei paesi membri dell’IFAC. Lo IASC comprende rappresentanti di 14 Paesi e osservatori di organizzazioni quali lo IOSCO (International Organization of Securities Commissions), il FASB (Financial Accounting Standard Board) e la Commissione Europea. Tuttavia, il corpo di principi contabili elaborato nei primi anni non può ancora rappresentare un sistema autonomo, adottabile in luogo delle regole nazionali esistenti in un Paese.

Anteprima della Tesi di Alessandro Lazzati

Anteprima della tesi: Business Combinations e Impairment Test: il caso Entrium - Bipop, Pagina 2

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alessandro Lazzati Contatta »

Composta da 307 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5154 click dal 25/05/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.