Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le prime due sillogi di Geoffrey Hill: nascita e maturazione di una poetica della religione, della storia e del linguaggio

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

9 Il paradiso è immaginato come uno stato del linguaggio: concordemente a quanto avviene nella prima strofe, sono le parole del protagonista che creano il mondo. Egli, nella sua funzione di poeta che crea poesia, sembra consapevole di essere il portavoce poetico di Dio, di avere il suo stesso potere di nominare e dare forma, poiché il protagonista viene colto nell’atto di “Crying the miracles of God” (v. 2), un “crying” che può significare sia un grido di paura sia un pianto di gioia e di celebrazione. Da una breve ed estatica affermazione del lavoro di Dio, il protagonista si muove verso una sofferta realizzazione che il momento della creazione coincide con quello della caduta. È proprio in questa dialettica degli opposti che si equivalgono che si sente nella poesia di Geoffrey Hill, così come afferma Harold Bloom, l’influenza di Blake 11 . Il narratore nega la sua partecipazione all’atto creativo precedente e limita se stesso alla prospettiva dell’osservatore passivo: 11 Bloom, H. (ed.), Geoffrey Hill, New York, Chelsea House Publishers, 1986, p. 1

Anteprima della Tesi di Paola Casarini

Anteprima della tesi: Le prime due sillogi di Geoffrey Hill: nascita e maturazione di una poetica della religione, della storia e del linguaggio, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Paola Casarini Contatta »

Composta da 197 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1306 click dal 14/06/2004.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.