Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il fascista Paolo Orano, giornalista e primo storico del giornalismo (1919-1945)

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

VI Di conseguenza sono inevitabili i continui rimandi al passato o i richiami a esperienze pregresse, con frequenti sovrapposizioni cronologiche e contaminazione di generi. Orano si occupa di filosofia, giornalismo, storia, politica, arte, architettura, letteratura, storia, psicologia, sociologia, educazione nazionale, politica estera, tuttavia il tratto saliente dei suoi scritti è un polemismo acceso e aggressivo che lo porta ad essere in contraddizione con gli altri, ma anche con se stesso al punto da giustificare la fortunata formula di “Orano contro Orano” 2 o di “saltimbanco” 3 , con la quale viene indicato da taluni avversari. Sulla sua incoerenza superficiale prevale tuttavia una sorta di coerenza sostanziale perché “nella vita morale, come nella letteraria e in quella filosofica, in estetica come in politica, la realtà e la verità mi si presentano e stanno dinanzi a me come una discordia” 4 . Per sua stessa ammissione si ritiene un “aizzatore”, una “natura testarda e malnata” che fa del carattere essenzialmente discorde della sua indole il criterio al quale improntare la sua filosofia di vita, al punto di giungere ad affermare - nel rivolgersi ai suoi lettori - che “il più grande favore me lo farete restando discordi, perché il lettore più utile è quello che, pur non potendo fare a meno di continuare a leggere, anzi sentendosi crescere l’attenzione, viene via via diventando più avverso” 5 . 2 CARLO A. AVENATI, Confessioni di Paolo Orano, estr. da “La Stampa”, 20 gennaio 1940, p. 3. 3 B. MUSSOLINI, Nel mondo dei Rabagas, in La Folla, N.4, 18 agosto 1912, I, firmato con lo pseudonimo “L’homme qui cherche”. 4 P. ORANO, Lode al mio tempo, 1895-1925, Bologna, Casa Editrice Apollo, 1926, p. 15. 5 idem, rispettivamente da p. 17, 8 e 12. Si veda anche, in proposito, il volume Discordie: studi e polemiche, Lanciano, ed. Carabba, 1915.

Anteprima della Tesi di Cesare Maraglio

Anteprima della tesi: Il fascista Paolo Orano, giornalista e primo storico del giornalismo (1919-1945), Pagina 3

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Cesare Maraglio Contatta »

Composta da 471 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5114 click dal 08/09/2004.

 

Consultata integralmente 13 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.