Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il ruolo della Security nella prevenzione ed il controllo della responsabilità amministrativa delle società quotate: aspetti legali, organizzativi e metodologici.

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

6 Vale solo la pena di ricordare la “Convenzione elaborata in base all’art. 31 (ex K.3) del Trattato sull’Unione Europea, relativa alla tutela degli interessi finanziari delle Comunità europee”, siglata a Bruxelles il 26 Luglio 1995, ovvero la matrice comunitaria dell’innovazione del diritto italiano in materia di responsabilità delle persone giuridiche. Infine anche l’OCSE ha apportato un contributo di grande rilievo con la “Convention on Combating Bribery of Foreign Public Officials in International Business Transactions”. Capitolo 3: Corporate Governance e illeciti societari: le strutture aziendali e il mantenimento del valore E’ possibile affermare che “la Corporate Governance, intesa come il sistema delle regole secondo le quali le imprese sono gestite e controllate, è il risultato di norme, di tradizioni, di comportamenti elaborati dai singoli sistemi economici e giuridici e non è certamente riconducibile ad un modello unico, esportabile ed imitabile in tutti gli ordinamenti”. Tra le molte teorie su di essa, una delle più interessanti è quella che espone le regole del gioco del governo societario come l’interazione tra Legge e Mercato: coniugando espliciti vincoli legali ed impliciti dettami della competizione economica, si ottiene l’effetto di controllare il comportamento delle aziende, secondo il sistema di valori morali diffusi, riconosciuti ed accettati dalla collettività sociale. In questo modo, viene a mancare l’autonomia della specifica impresa nel contribuire alla regolamentazione dell’attività con una disciplina “interna”. Oltretutto, un’autodisciplina della Corporate Governance è ancor più opportuna in presenza di vuoti legislativi o zone d’ombra nella normativa, poiché “l’etica chiede il meglio, la legge il minimo”. Considerando la Legge come la base da cui partire, rimane ancora tutto un lavoro da fare per definire gli standard di comportamento attesi dall’impresa nello svolgimento della sua performance. Il primo passo consiste nel procedere ad una profonda analisi degli assetti societari, del funzionamento e dell’organizzazione interna, valutando così lo stato dell’arte. L’esito non è affatto scontato e l’introduzione di un nuovo modello etico e gestionale interno richiede che tale sforzo aiuti a realizzare una soddisfazione maggiormente diffusa, distribuita ed equilibrata del sistema di valori degli stakeholders. Le imprese, però, hanno un finalismo complesso: per sua concezione un’azienda è chiamata a dare risalto alla dimensione economica, la produzione di ricchezza e di profitto occupa giustamente un ruolo centrale nella visione aziendale; ma a questa dimensione istituzionale vanno aggiunti altri fondamentali contributi, quali la soddisfazione delle attese di certi

Anteprima della Tesi di Letizia Belliti

Anteprima della tesi: Il ruolo della Security nella prevenzione ed il controllo della responsabilità amministrativa delle società quotate: aspetti legali, organizzativi e metodologici., Pagina 6

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Letizia Belliti Contatta »

Composta da 168 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1534 click dal 10/09/2004.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.