Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Infrastruttura e Territorio: analisi storica del rapporto tra ferrovia e spazio abitato

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

5 Nelle località di mare la pianificazione delle linee ferroviarie ha incontrato non poche difficoltà La ferrovia produsse l’effetto più diretto ed evidente sulla città, là dove entrò fisicamente in contatto con essa, cioè nei quartieri confinanti con binari e stazioni. Qui la ferrovia muta con tratti energici la fisionomia delle vecchie città: così le planimetrie delle città vengono “invase” dalle vigorose linee geometriche lungo le quali gli ingegneri vi introducono i binari; e vengono affrancate con stazioni, binari di manovra e di smistamento tanto informi quanto invadenti. Tali cambiamenti non riguardano il vero e proprio centro cittadino; a parte alcune eccezioni, le linee ferroviarie non si addentrano oltre la periferia dei vecchi centri urbani dove sorgono anche le stazioni. Ciò, non tanto per rispetto dell’edilizia storica – sebbene neppure questo sia da escludere – quanto piuttosto per l’elevato prezzo dei terreni del centro urbano; le ferrovie, che richiedono superfici considerevoli per la linea ferroviaria vera e propria, per le stazioni, i magazzini e le attrezzature tecniche, si stabiliscono quasi sempre in un settore della città che assicuri condizioni ottimali dal punto di vista delle comunicazioni e prezzi del terreno minimi. Gli effetti della ferrovia non si limitano ai quartieri che vi confinano direttamente, ma si manifestano in dimensioni più ampie con l’aumento del traffico che essa provoca nelle città e che, alla fine, ne fa esplodere la tradizionale struttura interna. Il fenomeno si manifesta non appena un città viene collegata a un linea ferroviaria; in un articolo pubblicato nel 1838 dopo l’inaugurazione della linea Berlino-Lipsia vi è scritto: «Percorrete la strada che da Leipziger Straße porta alla ferrovia, non la riconoscerete più. Un gran viavai di pedoni, vetture pubbliche, carrozze e veicoli d’altra specie; le case solide e massicce sono scosse dalle vibrazioni continue e i loro abitanti, che prima avevano cercato qui una strada bella e tranquilla, con i vantaggi della campagna vicina e del verde degli alberi e dei campi, vorrebbero tornare nel centro della città per ritrovarvi la pace perduta». Dunque anche il nuovo flusso di traffico che le ferrovie

Anteprima della Tesi di Roberto Olivari

Anteprima della tesi: Infrastruttura e Territorio: analisi storica del rapporto tra ferrovia e spazio abitato, Pagina 5

Laurea liv.I

Facoltà: Architettura

Autore: Roberto Olivari Contatta »

Composta da 90 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2923 click dal 28/10/2004.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile solo in CD-ROM.