; Skip to content

Il mito di Don Giovanni tra arte e psicanalisi

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Il libertino dissoluto giocoso, sprezzante della morte e del pericolo e amante dei travestimenti di cui si serve per sedurre le sue vittime nell’opera di Molière affina la sua arte dialettica giungendo alla celebrazione dell’ipocrisia come carattere necessario per vivere nella società del tempo, anche se fa la stessa fine del suo antecedente. Molière riprende il personaggio di Tirso rendendolo più freddo e calcolatore: egli è ugualmente profondamente teatrale ma anche finemente intellettuale, machiavellico nelle contorsioni mentali destinate al piacere personale e ai danni degli altri; perde così in spontaneità e spensieratezza, e nel momento finale della discesa agli inferi l’unica invocazione del servo Sganarello sarà quella della paga che ormai è rassegnato a non ricevere. L’opera all’epoca fu censurata perché conteneva una critica non troppo velata alla società parigina del tempo, quindi non ottenne il successo sperato, ma ciò non impedisce al mito di essere ripreso successivamente, fino a giungere all’immortale dramma giocoso mozartiano. In Mozart, come si è detto, il mito Dongiovannesco tocca la punta del suo apice, cominciando allo stesso tempo a mostrare le prime crepe in una società che si stava rapidamente evolvendo. Il Don Giovanni di Mozart amalgama momenti comici e drammatici; il mito qui è strettamente inserito nel presente, nel qui e ora, vive nell’azione ed è eternamente in fuga. Don Giovanni seduce col suo desiderare più che con la sua fisicità, e questo desiderio costante, insaziabile si riversa e travolge tutte le Donne di cui incrocia lo sguardo. Anche in questo caso la parola è un’importante arma seduttiva, adulatrice e foriera di false promesse, che inserita nel contesto musicale conferisce al personaggio quel carattere d’infinitezza e perfezione così peculiare studiato dal filosofo Kierkegaard. Da allora in poi alcuni dei suoi tratti distintivi subiranno delle notevoli variazioni: dopo Mozart il personaggio di Don Giovanni mitiga i suoi tratti distintivi diventando più borghese ed in un certo senso più “umano”. La sua crudele intelligenza si stempera nell’astuzia e riusciremo a vedere dentro la sua anima; egli potrà soffrire come tutti gli altri e persino provare amore. Così, se romantici come Hoffmann e Baudelaire ne rivendicano l’aura maledetta, facendone il simbolo della ribellione della carne contro il conformismo del matrimonio, in Byron il seduttore diventa sedotto: è un fanciullo imberbe che scopre la sensualità quasi per caso ed è costretto a fuggire a causa delle oscure trame di adulti disincantati, un aristocratico che non conosce la malvagità e proprio per questo attrae le Donne. Questa purezza d’animo del personaggio nell’opera musicale di Strawinsky/Auden è associata alla vita in campagna e ad una relazione amorosa stabile con Anna; la perdizione di questo Don Giovanni bucolico e passivo sarà legata all’annuncio di un’eredità da parte di un uomo che si rivelerà essere il Diavolo, e al viaggio in città, in seguito al quale Don Giovanni, burattino nelle
Anteprima della tesi: Il mito di Don Giovanni tra arte e psicanalisi, Pagina 2

Preview dalla tesi:

Il mito di Don Giovanni tra arte e psicanalisi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Esther Maurini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze dello spettacolo e della produzione multimediale
  Relatore: Giovanni Guanti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

amadeus
arie
commendatore
da ponte
dissoluto
don giovanni
dongiovanni
donna anna
donna elvira
handke
kierkegaard
la ci darem
leporello
libertino
librettista
libretto
madamina
moliere
mozart
opera
punito
statua
tirso de molina
wolfgang

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi