Skip to content

A Destra del M.S.I. Evoluzione armata del neofascismo dai F.A.R. ai N.A.R.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: A Destra del M.S.I. Evoluzione armata del neofascismo dai F.A.R. ai N.A.R., Pagina 7
cui righe emerge l’ ideologia alla base di questi “fasci”. Vi viene ribadito che “ il fascismo è 
egualmente distante così dai partiti cosiddetti dell’ordine come da quelli dell’estrema sinistra. Difatti esso 
li ha avuti tutti nemici, senza distinzione di colore politico. Il fascismo è solo contro il mondo borghese, 
sia di destra che di sinistra”. Esso non può avere alleati spirituali, perché tutto ciò che non è prettamente 
fascista è, in maniera automatica, antifascista ” 10
. La condizione necessaria per farne parte è 
aver aderito, a qualsiasi livello, alla Repubblica di Salò o non aver appoggiato in alcun 
modo gli Alleati durante gli ultimi anni del conflitto. Agli israeliti ed i massoni non è 
concesso aderire. 
 La prima azione dimostrativa viene preparata in occasione di una data storica: il 28 
ottobre, anniversario della marcia su Roma del 1922. La sera precedente, un ristretto 
gruppetto issa un gagliardetto nero sulla Torre delle Milizie, in via IV Novembre; azione, 
questa, che verrà attribuita ad un gruppo chiamato “Credere”, fondato, ovviamente, 
sempre da Romualdi. Ma il gesto più rappresentativo e spettacolare rivendicato dai 
F.A.R. è datato 28 Aprile 1946, primo anniversario della morte del Duce. Viene officiata 
una messa di suffragio, organizzata da alcuni camerati, nella Chiesa dei Sette Santi 
Fondatori, a Roma. Due giorni dopo,durante la notte, Romualdi (Giuseppe Parlato 
ritiene invece che a guidare tale spedizione sia stato Luciano Lucci Chiarissi) pilota un 
commando che, armato di pistole e bombe a mano, fa irruzione nella sede della stazione 
radio di Roma III a Montemario, da dove, legati ed imbavagliati i due malcapitati tecnici, 
trasmette, tramite un grammofono collegato al cavo di trasmissione, la canzone fascista 
“Giovinezza”. Il raid si conclude con la fuga dei suoi autori, non prima di aver lasciato un 
foglio con su scritta la nostalgica frase: Duce a noi, affiancata da un fascio littorio. Ma il 
commando, in seguito , forse non ancora sufficientemente pago, decide di lanciar un paio 
di bombe contro la sede del Partito Comunista Italiano, ed una contro la sede dell’Avanti, 
giornale di area socialista. Ne era stato direttore, un tempo, lo stesso Mussolini, 
distaccatosene a causa della sua posizione favorevole all’entrata dell’Italia nella Prima 
Guerra Mondiale, opposta rispetto a quella mantenuta del Partito Socialista. Pino Rauti, 
giovane membro di tale gruppo, racconterà che in caso di pericolo per i F.A.R., era stato 
dato ordine affinché tutta la loro documentazione e l’archivio venissero nascosti 
nell’Università Gregoriana, considerata luogo sicuro; ciò dimostra come tale formazione 
abbia avuto, durante la sua breve storia, l’appoggio di parte dell’ambiente ecclesiastico.
10
Parte di un articolo  apparso su “ Rivoluzione ” 9
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

A Destra del M.S.I. Evoluzione armata del neofascismo dai F.A.R. ai N.A.R.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gaetano De Lisa
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2008-09
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: scienze della comunicazione e delle relazioni istituzionali
  Relatore: Francesco Perfetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 149

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

strategia della tensione
anni di piombo
neofascismo
ordine nuovo
golpe
avanguardia nazionale
delle chiaie
rauti
destra radicale
terza posizione
destra estrema
n.a.r.

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi