Skip to content

Disegno industriale senza industria. La figura del designer imprenditore nel Brasile del XX secolo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Disegno industriale senza industria. La figura del designer imprenditore nel Brasile del XX secolo, Pagina 10
Nel 1941, ebbe l’opportunità di decorare un progetto di Oscar Niemeyer, la 
residenza di Francisco Inàcio Peixoto, a Belo Horizonte.
18
Appare, quindi, il primo esemplare moderno di un mobile effettivamente 
brasiliano, fatto da un professionista che conosce a fondo le caratteristiche e i 
processi di lavorazione del legno, dotato di sensibilità, in sintonia con il 
movimento culturale che si consolidava nelle arti visuali. In Poco tempo, creò 
un suo “negozio”, che prosperò rapidamente durante il decennio del 1950, 
quando cominciarono a “germogliare” altri professionisti che si avventurarono 
con studi propri, alla creazione e commercializzazione di mobili.
José Zanine Caldas, un modellista, che lavorava per architetti di Rio e di San 
Paolo, ebbe grande successo commerciale con la sua fabbrica di mobili Z, 
esplorando con molta abilità le forme organiche tipiche degli anni cinquanta.
19
 
Il rovescio della medaglia, in questo fermento di professionisti, era la presenza 
sul mercato, di copie dei loro prodotti, che, in molti casi, portarono alla 
chiusura delle attività. Nonostante tutto, il mercato ottenne dei benefici e per 
la prima volta il modello copiato era brasiliano, gli industriali percepirono che 
era necessario qualcosa di nuovo nelle forme proposte soprattutto a San Paolo 
con Zanine Caldas, Léo Seincman, nella Ambiente, Geraldo de Barros, nella 
Unilabor, con i fratelli Hauner, nella Mobilinea e con Miguel Forte e Roberto 
Aflalo, nella Branco&Preto, e molti altri. 
L’ i n t e r e s s e n e l c a m b i a r e d i r e z i o n e , n e l p r o d u r r e o g g e t t i n u o v i , o g g e t t i 
realmente moderni, risulta chiaro nelle intenzioni di Léo Seincman:
“L’inizio del mio lavoro con i mobili, nel 1951, avvenne in società con il 
negozio Ambiente, situato in via Martins Fontes. All’inizio, importava mobili 
dalla Finlandia, di Alvar Aalto, in seguito comprava disegni dello studio 
Palma. Più avanti, invitai l’architetto Roberto Claudio Aflalo per aiutarmi 
nella selezione di disegni di mobili contemporanei.(...) Nel 1964, misi in piedi 
la Probjeto, iniziando la produzione della sedia Dinamarquesa, progettata da 
Arne Jacobsen, fatta con legno modellato e flessibile. Il progetto vendette più 
di un milione di unità nel mercato brasiliano ed è attuale anche oggi. La sedia 
Dinamarquesa sempre sarà considerata un simbolo di design.”
20
11
18
 Loschiavo dos Santos, Maria Cecília. Tenreiro. Bolsa de Arte do Rio de Janeiro 1998 pag. 56
19
 Cartum, Marcos e Fiamminghi, Maria Lydia. Mobília Brasileira contemporânea. Coleção Cadernos 
de Pesquisa. Centro Cultural São Paulo, 2008. pag. 112
20
 ibidem

Preview dalla tesi:

Disegno industriale senza industria. La figura del designer imprenditore nel Brasile del XX secolo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alessio Ravera Chion
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2009-10
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Disegno industriale
  Relatore: Elena Dellapiana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 247

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

brasile
design
disegno industriale
ecodesign
globalizzazione
storia
storia del design
ulm

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi