Skip to content

Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio, Pagina 7
6
per scongiurare la morte dell’informazione stampata. Perché, mai come oggi, appare 
realistico lo scenario delineato dall’Economist in un articolo dal titolo emblematico, 
“Who killed the newspaper?” (“Chi ha ucciso il giornale?”, pubblicato nell’agosto 
del 2006), dove, dopo aver ricordato la funzione di garanti dell’interesse pubblico 
svolta dalle migliori testate
4
, si aggiunge che al giorno d’oggi “i giornali sono una 
specie in pericolo d’estinzione. Il business di vendere parole ai lettori e vendere 
lettori agli inserzionisti, che ha sostenuto il loro ruolo nella società, sta andando in 
pezzi”. 
Nel chiarire la sua posizione, il settimanale britannico spiega che, tra tutti gli “old” 
media, i quotidiani sono quelli che hanno più da perdere dall’avvento di Internet, 
che “negli ultimi anni ha accelerato il declino” della carta stampata. In particolare, 
la piccola pubblicità, definita una volta da Rupert Murdoch come “il fiume d’oro” 
dell’industria della comunicazione, sta rapidamente trasferendosi sulla rete, ritenuta 
il canale ideale per far incontrare venditori e clienti. Un sito nato dal nulla come 
Craigslist è diventato un punto di riferimento per la raccolta delle inserzioni divise 
per categoria, estendendo la sua influenza dall’area di San Francisco a oltre 450 
città sparse su tutta la Terra, col risultato di attirare a sé gran parte di quel fiume 
d’oro che per tanti anni era stato la fonte di ricchezza dei quotidiani. 
Tra gli altri segnali di crisi citati dall’Economist, la vendita di 32 giornali imposta 
da un gruppo di azionisti all’americana Knight Ridder e motivata dagli 
4
 Come simbolo del buon giornalismo, il periodico inglese richiama il caso dei due cronisti del Washington 
Post, Bob Woodward e Carl Bernstein, che con la loro inchiesta nei primi anni ’70 causarono la caduta del 
presidente degli Stati Uniti, Richard Nixon, coinvolto in quello che passò alla storia come lo scandalo 
Watergate.
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Esame di Internet per l'impero di carta. Le strategie dei giornali per evitare il naufragio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ermes Dovico
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2006-07
  Università: Università degli Studi di Palermo
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Franco Nicastro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 175

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alan rusbridger
arthur ochs sulzberger
blog
carta stampata
citizen journalism
dischi di musica classica
e polis
editori
editoria giornalistica
free press
gavin o'reilly
giornali online
internet
metro international
michael kinsley
new media
new york times
prodotti collaterali
quotidiani a pagamento
raccolta pubblicitaria
rupert murdoch
stampa
vittorio sabadin
wall street journal

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi