Skip to content

Evoluzioni e mutamenti del mondo del lavoro partendo dalla Riforma Biagi: dallo scenario europeo ad un esempio italiano.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Evoluzioni e mutamenti del mondo del lavoro partendo dalla Riforma Biagi: dallo scenario europeo ad un esempio italiano., Pagina 9
12
Seȱ creareȱ piùȱ postiȱ edȱ occasioniȱdiȱ lavoroȱ rappresentaȱ l’ambiziosoȱ traguardoȱdeiȱ prossimiȱ anni,ȱ occorre,ȱ
tuttavia,ȱ ancheȱmigliorareȱ laȱ qualitàȱ delȱ lavoro.ȱ Inȱ Italia,ȱ laȱ qualitàȱ “nonȱ buona”ȱ delȱ lavoroȱ èȱ insitaȱ neiȱ
differenzialiȱoccupazionaliȱma,ȱsoprattutto,ȱnell’ampiaȱ fasciaȱdiȱ lavoroȱsommerso,ȱ irregolareȱeȱclandestinoȱ
cheȱcontribuisceȱaȱcreareȱcondizioniȱdiȱesclusioneȱsocialeȱeȱdiȱsottoutilizzoȱdiȱcapitaleȱumano.ȱUnȱmercatoȱdelȱ
lavoroȱ flessibileȱ deveȱ diȱ cogliereȱ leȱ opportunitàȱ lavorativeȱ piùȱ proficue,ȱ evitandoȱ cheȱ essiȱ rimanganoȱ
intrappolatiȱinȱsituazioniȱaȱrischioȱdiȱforteȱesclusioneȱsociale.ȱ
Laȱstrutturaȱdellaȱspesaȱsocialeȱ italianaȱdenotaȱun’accentuataȱcaratterizzazioneȱpensionisticaȱedȱunaȱbassaȱ
incidenzaȱdeiȱ trattamentiȱdiȱdisoccupazioneȱ eȱdiȱquelliȱ assistenzialiȱ aȱ favoreȱdiȱ soggettiȱ inȱ etàȱ lavorativaȱ
(invalidità,ȱ famiglia,ȱ abitazioneȱ eȱ assistenzaȱ socialeȱ inȱ sensoȱ proprio).ȱCiòȱ èȱ ilȱ risultatoȱ diȱ rigiditàȱ nellaȱ
regolamentazioneȱdeiȱ rapportiȱdiȱ lavoroȱedȱ inȱparticolareȱdelȱprevalereȱdellaȱ tutelaȱdeiȱrapportiȱ inȱessere.ȱ
Inoltre,ȱ permaneȱ l’assenzaȱ d’interventiȱ strutturaliȱ cheȱ favoriscanoȱ laȱ domandaȱ eȱ l’offertaȱ diȱ lavoroȱ deiȱ
soggettiȱaȱpiùȱbassoȱredditoȱeȱdiȱschemiȱd’incentivazioneȱcheȱpossanoȱattenuareȱpossibiliȱeffettiȱdiȱpovertàȱ
nelleȱfasceȱcosiddetteȱaȱrischioȱdellaȱpopolazione.ȱ
LeȱesperienzeȱdeiȱPaesiȱeuropeiȱcheȱhannoȱconȱpiùȱsuccessoȱriformatoȱilȱmercatoȱdelȱlavoro,ȱmostranoȱquantoȱ
èȱ importanteȱ disporreȱ ancheȱ inȱ Italiaȱ diȱ unȱ nuovoȱ assettoȱ dellaȱ regolazioneȱ eȱ delȱ sistemaȱ dȇincentiviȱ eȱ
ammortizzatori,ȱ cheȱ concorraȱ aȱ realizzareȱunȱbilanciamentoȱ traȱ flessibilitàȱ eȱ sicurezza.ȱTaleȱ sistemaȱdeveȱ
avereȱcomeȱobiettivoȱultimoȱquelloȱdiȱaccrescereȱ l’occupazioneȱeȱdiȱdiminuireȱ leȱformeȱdiȱprecarizzazione,ȱ
evitandoȱilȱsorgereȱdiȱpericoloseȱfrattureȱsocialiȱtraȱgenerazioni,ȱcaratterizzateȱdaȱsegmentiȱpiùȱgiovaniȱcheȱ
trovanoȱaccessoȱalȱmercatoȱdelȱ lavoroȱ conȱ contrattiȱ flessibiliȱeȱpopolazioneȱmenoȱgiovaneȱeȱdinamicaȱcheȱ
rimaneȱconȱcontrattiȱtradizionaliȱdaȱlavoroȱdipendente.ȱ
Istituzioni,ȱcentraliȱeȱlocali,ȱeȱpartiȱsocialiȱsonoȱchiamateȱaȱdisegnareȱunȱsistemaȱdiȱpoliticheȱdelȱlavoroȱbasatoȱ
nonȱpiùȱ sulȱ singoloȱpostoȱdiȱ lavoroȱbensìȱ sull’occupabilitàȱ eȱ sulȱmercatoȱdelȱ lavoro.ȱ Inȱ Italia,ȱunȱ efficaceȱ
funzionamentoȱdelȱmercatoȱdelȱlavoroȱèȱancheȱimpeditoȱdall’inefficienteȱincontroȱtraȱdomandaȱeȱofferta.ȱSoloȱ
ilȱ4%ȱdiȱchiȱ trovaȱ lavoroȱpassaȱattraversoȱ ilȱservizioȱpubblicoȱall’impiego,ȱmentreȱgliȱoperatoriȱprivatiȱnonȱ
decollanoȱ aȱ causaȱ degliȱ ostacoliȱ normativiȱ oggiȱ esistentiȱ edȱ èȱ ancoraȱ assenteȱ unȱ adeguatoȱ sistemaȱ
informativoȱbasatoȱsuȱstandardȱaccettativiȱcheȱfavorisconoȱunȱrapidoȱincontroȱtraȱiȱȱfabbisogni,ȱiȱservizi,ȱleȱ
soluzioniȱcontrattuali.ȱȱȱ(.ȱ.ȱ.ȱ)ȱ
Mercatoȱeȱorganizzazioneȱdelȱlavoroȱsiȱstannoȱevolvendoȱconȱcrescenteȱvelocità.ȱNonȱaltrettantoȱavvieneȱperȱ
iȱ rapportiȱ diȱ lavoro:ȱ ilȱ sistemaȱ regolativiȱ ancorȱ oggiȱutilizzatoȱ inȱ Italiaȱ nonȱ èȱ piùȱ inȱ gradoȱdiȱ cogliereȱ eȱ
governareȱlaȱȱtrasformazioneȱinȱatto.ȱAssaiȱpiùȱcheȱsempliceȱtitolareȱdiȱunȱ“rapportoȱdiȱlavoro”,ȱilȱprestatoreȱ
diȱ oggiȱ e,ȱ soprattutto,ȱ diȱ domani,ȱ èȱ unȱ collaboratoreȱ cheȱ operaȱ all’internoȱ diȱ unȱ “ciclo”.ȱ Siȱ trattiȱ diȱ unȱ
progetto,ȱdiȱunaȱmissione,ȱdiȱunȱ incarico,ȱdiȱunaȱ faseȱdell’attivitàȱproduttivaȱoȱdellaȱ suaȱvita.ȱ Ilȱpercorsoȱ
lavorativoȱèȱsegnatoȱdaȱcicliȱ inȱcuiȱsiȱpossonoȱalternareȱ fasiȱdiȱ lavoroȱdipendenteȱedȱautonomo,ȱ inȱ ipotesiȱ
intervallatiȱ daȱ formeȱ intermedieȱ e/oȱ daȱ periodiȱ diȱ formazioneȱ eȱ riqualificazioneȱ professionale.ȱ Ilȱ quadroȱ
giuridicoȬistituzionaleȱ edȱ iȱ rapportiȱ costruitiȱ dalleȱ partiȱ sociali,ȱ quindiȱ ilȱ dirittoȱ delȱ lavoroȱ eȱ leȱ relazioniȱ
industriali,ȱdevonoȱcogliereȱquesteȱtrasformazioniȱinȱdivenire,ȱagevolandoneȱilȱgoverno.ȱ
Ilȱ mercatoȱ delȱ lavoroȱ italianoȱ necessita,ȱ quindi,ȱ d’importantiȱ modificheȱ alȱ suoȱ apparatoȱ regolatorio,ȱ
procedendoȱ organicamenteȱ adȱ unaȱ modernizzazioneȱ dell’organizzazioneȱ eȱ deiȱ rapportiȱ diȱ lavoro,ȱ
auspicabilmenteȱd’intesaȱconȱ leȱpartiȱsociali.ȱL’introduzioneȱdellaȱnuovaȱnormativaȱsulȱcontrattoȱaȱtermineȱ
rappresentaȱunȱprimoȱesempioȱdiȱquesteȱazioni.ȱ(…)ȱ
L’ordinamentoȱitalianoȱdelȱlavoroȱsiȱèȱsviluppatoȱperȱregolareȱunȱmercatoȱnazionale,ȱunȱsistemaȱeconomicoȱ
nonȱ globalizzato.ȱ E’ȱ quindiȱ evidentementeȱ inadeguatoȱ aȱ svolgereȱ unaȱ funzioneȱ inȱ unȱ contestoȱ inȱ cuiȱ ilȱ
mercatoȱ èȱ ormaiȱ divenutoȱ trasnazionale,ȱ comunitarioȱ edȱ internazionale.ȱ L’adeguamentoȱ delȱ quadroȱ
normativoȱnazionaleȱ rispettoȱalleȱ indicazioniȱcomunitarieȱeȱall’esperienzaȱcomparataȱdiventa,ȱdunque,ȱunȱ
fattoreȱessenzialeȱnelȱgiocoȱ competitivoȱdeiȱ soggettiȱeconomiciȱ cheȱalȱ rispettoȱdiȱquestoȱ sistemaȱdiȱ regoleȱ
sonoȱtenuti.”.ȱ
ȱ
ȱ
ȱ
ȱ
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Evoluzioni e mutamenti del mondo del lavoro partendo dalla Riforma Biagi: dallo scenario europeo ad un esempio italiano.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Romina Di Pompeo
  Tipo: Diploma di Laurea
  Anno: 2004-05
  Università: Università degli Studi di Teramo
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Statistica
  Relatore: Fabrizio Antolini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 199

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
reda[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

biagi marco
contratti di lavoro
dati cnel
dati oros
esempi
europa
eurostat
evoluzione
fatturato
fonti
indici del lavoro
istat
italia
lavoro
mediamarket
mercato
multinazionale
mutamenti
percentuale
presentazione
riferimento
sincalizzazione
tipologie
valori

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi