Skip to content

Filosofia ebraica o esperienza marrana? A proposito del dibattito sulle fonti del pensiero di Spinoza

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Filosofia ebraica o esperienza marrana? A proposito del dibattito sulle fonti del pensiero di Spinoza, Pagina 3
2 
ricerca sulle fonti del suo pensiero conduce verso una tale quantità di direzioni che si 
potrebbe dirne quello che Michael Löwy ha detto a proposito di Walter Benjamin: “Al 
di fuori di tutte le correnti e al crocevia di tutte le strade”
2
.  
    Risulta infatti difficile sottrarre Spinoza tanto al contesto socio-economico della 
Amsterdam in cui visse quanto a quello religioso e culturale in cui si formò; tanto al 
nuovo clima scientifico europeo, quanto al dedalo della cultura e filosofia ebraiche da 
cui potè trarre stimoli e ispirazione, senza dimenticare le vicende sue personali e della 
famiglia di origini marrane da cui proveniva
3
. Il tutto assimilato, elaborato ed acquisito 
come fondamento di una filosofia che, comunque, per i suoi contenuti, appare una 
creatio ex nihilo, il prodotto di un pensiero, per alcuni, rivoluzionario.  
    David Ben Gurion ha detto di Spinoza che egli rappresenta “the most original and 
deepest thinker of our people from the end of Biblical times to the birth of Einstein”
4
, 
                                                
2
 Michael Löwy, “Al di fuori di tutte le correnti e al crocevia di tutte le strade”, in Redenzione e utopia. 
Figure della cultura ebraica mitteleuropea, trad. it. di D. Bidussa, Torino, Bollati Boringhieri, 1992. 
3
 Aaron V. Garrett fornisce un breve quadro d’insieme del variegato mondo di Spinoza, prendendo spunto 
dai ‘nomi’ del filosofo. In latino, osserva Garrett, il nome di Spinoza è Benedictus o Benedict. E il latino 
era la lingua degli intellettuali europei e quella cui Spinoza affidò molti dei suoi scritti e della sua 
corrispondenza. Era anche la lingua della rappresentazione teatrale e quella in cui scrivevano gli autori 
antichi che Spinoza amava, da Cicerone a Seneca, a Lucrezio. In ebraico il nome di Spinoza è Baruch. 
L’ebraico era la lingua della Scrittura e della comunità religiosa ortodossa dalla quale Spinoza fu cacciato 
e quella usata dai teologi che Spinoza criticò aspramente nel Trattato. Spinoza conosceva 
approfonditamente questa lingua, tanto da comporre egli stesso una grammatica ebraica, ad uso 
probabilmente di quanti volessero accostarsi ai testi sacri. Il nome portoghese di Spinoza era Bento. Il 
portoghese era la lingua della sua famiglia, che dal Portogallo, via Nantes, si era trasferita ad Amsterdam 
e quella della comunità ebraica in cui crebbe. Era la lingua utilizzata per gli affari e quando il padre morì, 
insieme con il fratello, Spinoza continuò l’attività commerciale di famiglia comparendo nei documenti 
relativi con il nome di Bento d’Espinosa. Era anche la lingua di romanzieri amati da Spinoza come 
Cervantes. Infine c’era la lingua olandese, che si parlava al di fuori della comunità ebraica, nella vita di 
tutti i giorni e nei circoli intellettuali frequentati dal giovane Spinoza, oltre ad essere la lingua di alcuni 
influenti testi politici e religiosi, che Spinoza conobbe, come il De waerheyt van de christelijcke godst-
diest di William van Blijenburgh. Sempre in olandese venne poi tradotta, dopo la morte di Spinoza, la sua 
Opera Posthuma. (Aaron V. Garrett, Meaning in Spinoza’s Method, Cambridge, Cambridge University 
Press, 2003, pp. 4-5). 
4
 David Ben Gurion, “Lasset uns gutmachen das Unrecht”, i n S . H e s s i n g ( a c u r a d i ) , Spinoza. 
Dreihundert Jahre Ewigkeit. Spinoza-Festschrift 1632-1932, The Hague, Mouton, 1962, 2da ed., p. 4, cit. 
in Odette Vlessing, “The Excommunication of Baruch Spinoza. The Birth of a Philospher”,  in J. Israel e 
R. Salverda (a cua di), Dutch Jewry. Its History and Secular Culture (1500-2000), Leiden, Brill, 2002, p. 
141.

Preview dalla tesi:

Filosofia ebraica o esperienza marrana? A proposito del dibattito sulle fonti del pensiero di Spinoza

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Mauro Savino
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia e storia della filosofia
  Relatore: Myriam Silvera
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 222

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

maimonide
diaspora
spinoza
herrera
scomunica
halakha
mortera
herem
torà
marranesimo

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi