Skip to content

I drivers della performance d’impresa: un’analisi sui “campioni” toscani

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: I drivers della performance d’impresa: un’analisi sui “campioni” toscani, Pagina 10
9 
 
Trattandosi di un concetto basilare per l'intera dottrina economica, le definizioni di 
"stakeholder" sono molteplici: ad esempio secondo Eden e Ackermann (2007)
 10
 si 
tratta di "people or small groups with the power to respond to, negotiate with, and 
change the strategic future of the organization". Possiamo quindi affermare che, a 
prescindere dalle diverse sfumature che ogni autore può dare a questo termine, gli 
stakeholders consistono nell'insieme dei portatori di interesse relativi all'impresa e che 
quindi possono influenzarla o esserne influenzati. I sostenitori di questo filone 
sostengono che sia troppo limitante per un'impresa avere come unico obiettivo quello 
di accrescere il valore azionario ma che, al contrario, debba considerare il benessere 
dei vari portatori di interesse: "The corporation is an organization engaged in 
mobilizing resources for productive uses in order to create wealth and other benefits 
(and not to intentionally destroy wealth, increase risk, or cause harm) for its multiple 
constituents, or stakeholders"
11
. Risulta evidente però l'impossibilità di soddisfare 
pienamente tutti gli stakeholders, i quali presentano interessi contrastanti fra loro. Per 
questo motivo Zattoni (2005)
12
 propone una classificazione finalizzata a identificare 
gli stakeholders critici: in tal modo il management di un'impresa si dovrà concentrare 
soltanto sulla soddisfazione delle esigenze di questi ultimi. Anche se si cerca di ridurre 
il più possibile il numero di portatori d'interesse ai quali rendere conto, il concetto di 
performance assume una valenza più ampia, complessa e pluridimensionale rispetto a 
quanto espresso dalla shareholder theory. Dallo schema ripreso dall'articolo di Santos 
e Brito precedentemente esposto emerge che, se considerata da questo punto di vista, 
un'impresa può essere valutata secondo molteplici canoni di performance dai vari 
soggetti che la circondano: mercato, società nel suo insieme, clienti, dipendenti etc.... 
Ovviamente, anche nel caso in cui si privilegi la stakeholder theory, gli azionisti (o 
comunque i soci dell'azienda qualora non si tratti di società per azioni) assumono un 
ruolo di spicco fra i portatori d'interesse. 
Le principali critiche mosse nei confronti della shareholder theory riguardano 
soprattutto le politiche finanziare di breve termine spesso adottate dai manager per 
aumentare il valore azionario, i comportamenti opportunistici degli azionisti di 
controllo, i danni causati alla società nel suo insieme e lo sfruttamento di alcune 
categorie di stakeholders (in particolare i dipendenti). Tali critiche sono state 
                                                           
10
 Eden C., Ackermann F. (2007), Making Strategy, The Journey of Strategic Management, European 
Journal of Operational Research. 
11
 Post, Preston, Sachs (2002), Redefining the Corporation: Stakeholder Management and 
Organizational Wealth. 
12
 Zattoni A. (2005), Chi dovrebbe governare un'impresa?, Economia&Management, pp.61-78.

Preview dalla tesi:

I drivers della performance d’impresa: un’analisi sui “campioni” toscani

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luca Mugelli
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Governo e Direzione d'Impresa (management)
  Relatore: Francesco Ciampi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 238

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi