Skip to content

L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino, Pagina 3
10
della famiglia.
Vivere in spazi piccolissimi, e specialmente in micro-
case (di dimensioni inferiori ai 40 mq), è quindi ormai 
sempre una necessità, ma al contempo anche una 
risposta a chi decide di sposare uno stie di vita dedito 
all’essenzialità e al rispetto dell’ambiente. “Le Tiny 
House (dimore piccoline) ridefiniscono il concetto di 
casa per un futuro migliore”, si legge su  thetinylife.
com, uno dei portali di riferimento per il sempre 
più nutrito popolo delle micro-case; nello stesso 
portale si parla di un vero e proprio movimento che 
viene definito come un movimento sociale in cui le 
persone scelgono di ridurre lo spazio in cui vivono. 
Infatti, ad esempio, una tipica casa americana è di 
circa 241 metri quadrati, mentre “una casa piccola o 
micro ha dimensioni tra i 100 e i 400 piedi quadrati 
(cioè tra i 9 mq e i 37 mq). Le case minuscole 
possono essere in tutte le forme e dimensioni, ma 
permettono una vita più semplice in uno spazio più 
piccolo e più efficiente”
6
.  
Il movimento è in crescita e anche online il fermento 
è tantissimo, tant’è che la scorsa primavera è stato 
annunciato il bando di concorso Future House-Micro 
House, aperto a studenti, professionisti, architetti 
e designer chiamati a progettare la micro-casa del 
futuro. 
La partecipazione al bando di concorso internazionale 
lanciato da Bennett of Future House Organization 
è il punto di partenza dell’elaborazione di questa 
tesi. Nella seconda parte dell’elaborato viene quindi 
sviluppata l’ipotesi progettuale, dove vengono 
proposte diverse tipologie di alloggi minimi, inserite 
all’interno del quartiere di Ponte Mosca di Torino. 
Particolare attenzione verrà posta non solo alle 
singole unità abitative, ma anche all’integrazione ed 
aggregazioni fra di esse, alle loro connessioni, e alle 
6 Maggiori informazioni su https://www.thetinyhouse.net
XX secolo fino a dopo la Seconda guerra mondiale, 
quando le barriere sociali cominciarono ad essere 
abbattute e iniziarono a svilupparsi studi riguardanti 
la riduzione dimensionale degli ambienti abitativi.  Gli 
ultimi cinquant’anni hanno così visto una tendenza 
costante verso la riduzione dimensionale, non solo 
nell’ambito dell’abitare, ma anche nella moda e 
nella progettazione automobilistica, come nelle 
celeberrime minigonne e nell’ automobile Mini.  
Da allora molti beni di consumo, come telefoni, 
macchine fotografiche, computer e altri accessori 
hanno seguito questa tendenza, fino ad essere 
costantemente a portata di mano. Oggi le case 
piccole non sono più considerate come sinonimo 
di mancanza di privilegio, come nel passato, ma 
anzi sono diventate “simbolo di una serie di valori: 
compattezza, efficienza, sobrietà, raffinatezza e 
minimalismo”
4
. 
Questo cambiamento dei modi di abitare è dettato 
anche e soprattutto dalle condizioni sociali: la 
tradizionale famiglia patriarcale sta man mano 
scomparendo, e vi sono sempre più persone che 
abitano da sole: single, individui che hanno affrontato 
una separazione, studenti fuori sede, ecc. Infatti, 
negli ultimi trent’anni il numero di famiglie costituite 
da una persona singola o da una coppia senza figli 
è raddoppiato fino a costituire oltre il 60%
5
 della 
popolazione. Questo cambiamento demografico, 
dovuto ai divorzi, al fatto che i figli si hanno in età più 
avanzata ed altri fattori sociali, ha ridefinito la natura 
della casa. Invece, al posto di molte stanze, ciascuna 
destinata a un uso specifico e con una pianta fissa e 
definita, oggigiorno si preferisce uno spazio aperto, 
più flessibile e polivalente, che accorda diverse 
attività e soddisfa le esigenze dei diversi membri 
4 N. Pople, Piccole grandi case, Logos, Modena, 2003, p.26
5 Dati presi da “Geografie dell’urbano. Spazi, politiche, pratiche 
della città”, F. Governa, M. Memoli; Carocci editore, Roma 2011, pag. 
30

Preview dalla tesi:

L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Oriana Capitani
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura per il Progetto Sostenibile
  Relatore: Gustavo Ambrosini
Coautore: Sarah Summa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 242

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
mini case
micro house
future house
abitare minimo
soluzioni per interni
ponte mosca
micro ambiente
trasformazione dell'abitazione
evoluzione dell'abitare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi