Skip to content

L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino, Pagina 6
15
In un lasso di tempo relativamente ristretto, quello 
del XX secolo, si assiste a un profondo e radicale 
ribaltamento nel modo e nell’idea di abitare la 
casa; per cercare di comprendere come si è arrivati 
a questo cambiamento, seguirà un excursus 
storico che riguarderà il tema dell’alloggio minimo, 
che inizia con le prime esperienze tedesche del 
Razionalismo.
La fine del primo conflitto mondiale lascia come 
eredità una grave crisi abitativa, e la Germania, come 
gli altri Paesi europei coinvolti, si trovava a dover 
affrontare questo problema che aveva assunto 
dimensioni rilevanti, aggravato maggiormente 
da una precaria situazione economica e da un 
un’inflazione incalzante
7
 . Per ovviare alla gravità della 
7  Matilde Baffa Rivolta afferma: «la crisi del dopoguerra si 
andava intanto manifestando con una gravità ancora maggiore 
del previsto. Può essere indicativa a questo proposito la 
situazione, a livello governativo e sindacale si puntò 
su una nuova legislazione atta a favorire la ripresa 
dell’attività edilizia. In questo modo, nel periodo 
compreso tra il 1925 e il 1930, si vede l’intervento 
pubblico sostituirsi all’imprenditoria privata. Molte 
sono le Siedlungen
8
  che sorgono in questo periodo; 
da ricordare è il Weißenhofsiedlung di Stoccarda del 
1927 (fig.1), costruito in occasione dell’esposizione 
organizzata dal Deutscher Werkbund
9
, che segnò 
un “momento fondamentale per il dibattito sulla 
casa del dopoguerra”
10
.  
dimensione del fabbisogno arretrato che nella sola città di 
Berlino veniva valutato dai 100.000 ai 130.000 alloggi. Il 
blocco degli affitti, e la conseguente rigidità del mercato, 
determinando una riduzione dell’offerta, contribuiva ad 
aggravare la situazione» (Matilde Baffa Rivolta, Introduzione: 
Alexander Klein e il problema della casa nella Germania di 
Weimar, in Matilda Baffa Rivolta e Augusto Rossari (a cura di), 
Alexander Klein, lo studio delle piante e la progettazione degli 
spazi negli alloggi minimi. Scritti e progetti dal 1906 al 1957, 
Gabriele Mazzotta editore, Milano, 1975, p.11)
8  Tipo di quartieri edificati per la classe operaia alla periferia delle 
città tedesche, rispondente a determinate esigenze produttive 
e organizzative poste dalla città. Le Siedlungen rappresentano 
un significativo risultato, nell’ambito del razionalismo, di 
ricerche condotte da architetti quali Gropius, Mies van der 
Rohe, Taut, ecc. (http://www.treccani.it/enciclopedia/siedlung)
9 Associazione di architetti, artigiani, industriali, docenti 
e scrittori, fondata nel 1907 a Monaco da H. Muthesius, 
allo scopo di «nobilitare il lavoro industriale». […] Dopo 
l’interruzione dell’attività durante la Prima guerra mondiale, 
nel 1927 si tenne la seconda esposizione del D. a Stoccarda 
(Weissenhof). In quella occasione furono presentati progetti 
di molti architetti europei con la sola condizione che tutte le 
costruzioni avessero il tetto piano. L’eco di questo avvenimento 
fu tale che nel 1930 il governo tedesco affidò al D. l’incarico 
di rappresentare la Germania all’esposizione di Parigi, dove 
l’interesse fu accentrato sulla produzione standardizzata di 
unità di abitazione. L’attività del D. fu interrotta dall’avvento del 
nazismo e l’associazione fu ricostituita dopo la Seconda guerra 
mondiale. (http://www.treccani.it/enciclopedia/deutscher-
werkbund/)
10  S. Canepa, M. Vaudetti, Architettura degli interni e progetto 
dell’abitazione, Milanofiori Assago, WoltersKluwer, 2015, p.79

Preview dalla tesi:

L'ABITARE MINIMO. Il concorso ''Future House: Micro House'' ed il progetto nell'area di Ponte Mosca a Torino

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Oriana Capitani
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2016-17
  Università: Politecnico di Torino
  Facoltà: Architettura
  Corso: Architettura per il Progetto Sostenibile
  Relatore: Gustavo Ambrosini
Coautore: Sarah Summa
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 242

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

architettura
mini case
micro house
future house
abitare minimo
soluzioni per interni
ponte mosca
micro ambiente
trasformazione dell'abitazione
evoluzione dell'abitare

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi