Skip to content

L'immigrazione in Francia: la crisi nelle banlieues del modello d'integrazione repubblicano e i tentativi di riforma di Sarkozy

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'immigrazione in Francia: la crisi nelle banlieues del modello d'integrazione repubblicano e i tentativi di riforma di Sarkozy, Pagina 8
La notte successiva al tragico incidente, quella del 28 ottobre, nel quartiere di Chene-Pointu si 
svolge una vera e propria guerriglia di piazza tra cinquecento ragazzi e due-tremila poliziotti, con 
decine di feriti tra giovani e forze dell'ordine, una trentina di macchine e una decina di cassonetti 
dati alle fiamme, nonché trenta arresti.  
La mattina di sabato 29 ottobre viene organizzata una marcia silenziosa a cui partecipano anche 
il sindaco di Clichy-sous-Bois ed i parenti delle vittime. Alla marcia partecipano circa un migliaio 
di persone, e, nonostante le due notti di scontri, l'atmosfera sembra piuttosto tranquilla e molti sono 
gli appelli da parte di  rappresentanti della comunità musulmana alla calma e alla dignità. I 
partecipanti al corteo indossano magliette stampate con la scritta mort pour rien.  
Il sindaco chiede ufficialmente a Nicolas Sarkozy di aprire un'inchiesta ufficiale sui fatti, mentre 
l'avvocato dei familiari dei ragazzi annuncia ai media di aver sporto denuncia contro ignoti per 
“mancata assistenza a persone in pericolo”; infatti, dopo aver fermato gli altri ragazzi del gruppo, i 
poliziotti hanno fatto ritorno al commissariato di Livry-Gargan come se non si fossero neanche 
accorti della presenza degli altri tre giovani nascosti nella centralina Edf. Eppure l‟indagine interna, 
avviata immediatamente anche dall‟Inspection Générale des Services (Igs), la “polizia della 
polizia”, cita una registrazione delle comunicazioni radio fatte dagli agenti intervenuti sul posto in 
cui un poliziotto parla di “due persone che sembrano sul punto di scavalcare il muro che protegge la 
centrale elettrica”. Qualche minuto dopo, un suo collega replica dicendo che si tratta di un posto 
molto pericoloso, “dove ci si può anche restare”
3
.  
Dopo una notte di lutto e di maggiore calma, domenica 30 ottobre il Ministro Sarkozy interviene 
al telegiornale delle ore 20 di TF1 affermando la necessaria “tolérance zéro” contro le violenze 
urbane e ricordando che ha disposto l'invio di diciassette compagnie della Compagnie republicaine 
de sécuritè (Crs)
4
 e sette squadre di gendarmi per tenere sotto controllo Clichy-sous-Bois.  
                                                 
3
 CALDIRON Guido, 2005, Banlieue. Vita e rivolta nelle periferie della metropoli, Roma, Manifestolibri, pp.10-11 
4
 Parte della polizia nazionale, è l‟equivalente del Reparto mobile della polizia in Italia 
 
13
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

L'immigrazione in Francia: la crisi nelle banlieues del modello d'integrazione repubblicano e i tentativi di riforma di Sarkozy

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Gabriella Massa
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2007-08
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Giuseppe Sacco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 200

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

immigrazione
politiche migratorie
banlieue
sarkozy
modello repubblicano
periferie
islamizzazione
beur
rivolte
emeutes
ville
sommosse
banliuesard
racaille
foyers immigrés
cité
des français comme les autres
mixité sociale
apartheid scolaire
précarité

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi