Skip to content

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin, Pagina 6
civile. Paradossalmente, era una dottrina che nella sua raffinatezza moderna e rinascimentale si 
avvicinava di più al cattolicesimo, in quanto ne rivendicava i temi fondamentali dell’universalismo 
e dell’individualismo. Ma il cattolicesimo delle origini non esisteva più e le gerarchie romane e gli 
stessi dottori della Sorbona non volevano interferenze pericolose nella loro opera di cura d’anime e 
soprattutto nella sfera del loro potere temporale, in Francia come dappertutto. La Riforma agì 
specialmente nei centri urbani della nazione, dove le idee nuove circolavano e la capacità di critica 
era più forte che nelle campagne ed in qui centri rurali in cui l’autorità della chiesa era ancora 
superiore a quella dello stato. Il calvinismo si impose a tutti quelli che dubitavano del cattolicesimo 
e volevano esprimere personalmente e con più libertà il proprio culto. Quando Francesco I morì, la 
Francia si trovò coinvolta in una terribile esplosione di intolleranza.  
Al trono assurse Enrico II, uomo malinconico, tetro ed introverso, al confronto del padre 
brillante ed instabile, sposato dal 1533 a Caterina dé Medici, ma neppure il suo regno si dimostrò 
più clemente verso i calvinisti. Convinto che dietro ogni male del suo paese ci fosse la diffusione 
delle idee riformate, fin dal principio si diede a combattere gli ugonotti, dotando il Parlamento di 
una Chambre ardente per giudicare l’eresia. Ma egli non aveva la scorza del padre e le proteste del 
clero contro l’accaparramento dei processi di eresia da parte del potere civile lo convinsero della 
necessità di spogliare il parlamento, nel 1549, del diritto di giudicare gli eretici. Queste disposizioni 
fecero parte del grandioso editto di Chateaubriand, emesso nel 1551 per coordinare tutte le misure 
di lotta per la difesa della fede. Una fede che ormai si era sdoppiata e che Enrico non seppe riunire. 
Una vera e propria politica di sterminio dei calvinisti non fermò la definitiva compiutezza del 
processo integrativo della dottrina ginevrina nel paese.  
Nonostante l’opposizione del parlamento defraudato di tendenza gallicana, egli volle 
asservire all’autorità della chiesa tutte la cause di eresia, fino a pensare di introdurre l’Inquisizione, 
con tutto il suo bagaglio di oscurantismo repressivo e di austera severità, atto poi non avveratosi. La 
legislazione divenne sempre più crudele, ogni eretico convinto era passibile della pena di morte, 
un’uniformazione venne imposta in modo draconiano alla giurisdizione penale, ma tutto ciò 
convinse ancora di più i calvinisti ad arroccarsi: essi crebbero di numero e di prestigio, con la 
scalata che la Riforma aveva intrapreso fino ai più alti gradi della scala sociale, coinvolgendo quella 
nobiltà la cui adesione esasperò un re in difficoltà sul piano della politica estera. Con l’editto di 
Ecouen del 2 giugno 1559, il suo giuramento di sterminio totale dei calvinisti divenne pratica: la 
pace di Cateau - Cambresis di quell’anno con  la Spagna liberò il fronte di nuovo compatto dei 
sovrani cattolici contro l’eresia e da quel momento egli indirizzò tutte le sue energie al compito che 
si era prefissato, eliminare i protestanti dal territorio del suo regno.. “...Il conflitto ideologico si 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Max Tonioli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Saffotestoni Binetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

jean bodin
les six livres de la rèpublique
monarchia
storia delle dottrine politiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi