Skip to content

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin, Pagina 8
1547 della famosa generazione dei Politiques con la sua opera De orbis terrae concordia. Ma la 
passione religiosa ormai aveva il sopravvento.  
Il protestantesimo ormai contava su alte personalità che provenivano dalle fila di famiglie di 
principi del sangue quali i Borboni e i Coligny; ad essi si opponevano i Guisa ed i Lorena, 
imparentati con la fervente cattolica Maria Stuarda. L’influenza di costoro aveva portato al 
ripristino di tutti i rigori del regno contro gli ugonotti durante il regno di Francesco II. Essi erano 
usciti indenni dalla congiura di Amboise del marzo 1560, in cui i calvinisti sotto la guida del Condè 
tentarono di assicurarsi al persona del re sottraendolo alla tutela dei Lorena. Il fallimento 
dell’impresa aveva significato realmente l’inizio delle lotte civili. Cosa era cambiato dal periodo 
precedente? Di sicuro l’atteggiamento dei calvinisti era passato dalla difensiva all’offensiva, un 
partito armato era sorto e non veniva più mantenuto il piano di esilio o resistenza passiva che li 
aveva contraddistinti nei decenni precedenti. L’aiuto maggiore era rappresentato dal supporto di 
importante casate nobili e da un’organizzazione ormai capillare e ben preparata. Forse l’essere con 
le spalle al muro, nel senso di non aver alternative alla sopravvivenza se non quella di lottare per la 
propria vita fu la spinta più efficace per gli ugonotti. E’ il marzo 1560 a segnare una svolta nella 
storia del secolo religioso francese: “...esso segna simultaneamente, da parte dei pubblici poteri, 
l’inaugurazione di una nuova politica e , da parte dei protestanti, la loro entrata in scena come 
fazione nello stato...”
13
. Caterina prese in mano la direzione degli affari per salvaguardare gli 
interessi supremi dello stato, al di sopra delle rivalità dei partiti. Ella tenne presso di sé il re di 
Navarra ed i Guisa, per mantenere a corte l’equilibrio tra i partiti del paese. Furono convocati gli 
Stati Generali ad Orleans, durante i quali vi fu il debutto di una  figura - chiave del periodo, il 
cancelliere umanista Michel de l’Hospital
14
, la cui arringa d’apertura rimase celebre per la condanna 
che egli fece della violenza messa al servizio della religione. Le misure adottate ad Orleans 
risultarono intrise del suo spirito erasmiano, e le severe prescrizioni degli editti ad essi anteriori 
furono cancellate e rinnovate in senso più clemente verso i sudditi della confessione calvinista.  
Sul trono sedeva ufficialmente Carlo IX, succeduto nel dicembre 1560 al fratello, 
secondogenito poco più che undicenne, e Caterina manteneva il governo del paese tramite la 
reggenza in attesa della sua maggiore età ma anche per volontà di portare a compimento la politica 
intrapresa nei 17 mesi di governo di Francesco II. Certamente anche il proposito di rafforzare la 
propria posizione e la propria immagine all’interno di un palazzo che la detestava per la sua origine 
straniera, per i suoi metodi falsi e poco scrupolosi, era un incentivo da mettere in conto nel valutare 
la sua condotta politica di conciliazione. Ella non si preoccupava di teorie politiche, né di problemi 
religiosi, ma “...aveva un senso accorto, quasi machiavellico, degli interessi superiori dello 

Preview dalla tesi:

La centralità del potere sovrano nel pensiero di Jean Bodin

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Max Tonioli
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1996-97
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: Saffotestoni Binetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

jean bodin
les six livres de la rèpublique
monarchia
storia delle dottrine politiche

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi