Skip to content

La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense, Pagina 5
 14
spazio a quella ordinaria, “soccombe” di fronte al legislatore che tendenzialmente attrae 
verso quest’ultima diverse ipotesi di illecito, spostandole all’interno di fattispecie penali
14
. 
Nella complessità di un fenomeno che, grazie o a causa del recente scandalo calcistico, sta 
mostrando diverse sfumature di degenerazione sportiva e morale, è importante mettere a 
fuoco la problematica della responsabilità sportiva, distinguendone l’ambito soggettivo, 
delle diverse figure coinvolte, e quello oggettivo, delle differenti forme di responsabilità 
previste dagli ordinamenti interessati, per arrivare a fornire una cornice più precisa 
possibile ad una vicenda che mostra ancora qualche incertezza, soprattutto 
nell’applicazione concreta della giustizia. Attratti nell’orbita di determinati interessi forti, i 
valori sottesi alla pratica sportiva hanno vacillato, a volte, fino a cedere completamente di 
fronte al dilagare di comportamenti fraudolenti praticati dagli stessi atleti e da soggetti a 
loro particolarmente vicini
15
. 
Il doping è, in questo senso, un fenomeno ancora in gran parte sommerso e quindi 
indecifrabile nella sua reale portata. Un’alterazione deprecabile, ma al tempo stesso tanto 
diffusa da poter quasi apparire tacitamente approvata dalla società nella sua pratica 
quotidiana. 
Le scienza medica risulta in affanno all’inseguimento di chi elabora sempre nuove forme 
di alterazione fisica; ed il legislatore, pur apprestando recentemente strumenti molto aspri 
in questa dura lotta, deve comunque fare i conti con controlli che difficilmente riescono ad 
essere efficaci: a volte per il gap di ricerca a sfavore purtroppo di chi questa piaga 
dovrebbe combatterla, a volte per l’aleatorietà di un controllo che si dimostra inefficace nel 
suo stesso svolgimento
16
. 
Fornire una genesi del fenomeno è forse più impossibile che difficile, visto l’alone che ne 
sfuma i confini e che rende difficoltoso anche tracciare un quadro preciso delle cause. 
Un aiuto fondamentale è certamente derivato da quell’ordinamento sopranazionale, di cui 
l’organismo nazionale è parte integrante. Anzitutto nella definizione stessa del doping
17
; ed 
in secondo luogo aderendo ai diversi protocolli che le diverse federazioni internazionali 
                                                 
14
 Ipotesi esemplificativa di estrema importanza è a questo proposito la legge 376/2000, con la quale il 
legislatore ha inteso combattere il grave fenomeno del doping comminando pene detentive ai diversi soggetti 
che di tale piaga sociale abusino. 
15
 Il calcio, in questo scenario, dimostra ciclicamente le degenerazioni di un mondo che non dovrebbe essere 
affetto, per sua natura, da questi episodi: alla sandalo del calcio-scommesse, sul finire degli anni ’70, hanno 
fatto seguito negli ultimi dieci anni diversi episodi di corruzione ed immoralità. In pochi anni, si è infatti 
passato dalla vicenda dei passaporti falsi, ai bilanci falsati (truccando ad arte le plusvalenze); fino ad arrivare 
all’odierno scandalo di “Moggiopoli”. 
16
 E’ lo stesso mondo sportivo che, in tal senso, deve auto-imporsi delle regole deontologiche, non lasciando 
che la pratica illecita di pochi riesca ad infamare un intero settore sportivo. 
17
 Il quale è stato fissato recependo con la legge 522/1995 la Convenzione di Strasburgo del 16.11.1989. 

Preview dalla tesi:

La responsabilità sportiva nell'ordinamento italiano e statunitense

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Francesco Filisetti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Diana Cerini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 366

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi