Skip to content

La Spagna ed il Mediterraneo: da politica nazionale a politica europea

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: La Spagna ed il Mediterraneo: da politica nazionale a politica europea, Pagina 10
13 
 
permise di continuare a relazionarsi con Hitler e Mussolini ma, al tempo stesso, 
stringere accordi commerciali con Francia e Gran Bretagna, essenziali per dare respiro 
ad un’economia ancora sofferente.
8
  
Questa situazione continuò fino al giugno del 1940, momento in cui Hitler, 
consolidato l’est europeo, si dedicò all’invasione della Francia. Il Caudillo ormai non 
poteva più prolungare l’attesa e, una volta dato il proprio appoggio all’Italia fascista 
nella sua lotta contro le democrazie plutocratiche, passò dalla neutralità alla non 
belligeranza, anticamera dell’ingresso in guerra. Quest’ultimo sarebbe avvenuto una 
volta garantite le condizioni richieste da Franco, che non avrebbe sacrificato il proprio 
paese per non ottenere nulla. Di conseguenza, il generale Juan Vigón dell’Alto 
Comando della Difesa presentò al Fuhrer le aspirazioni spagnole definite 
“rivendicazioni storiche”
9
: Gibilterra
10
, il Marocco Francese e la zona di Orano in 
Algeria, un ampliamento considerevole del Sahara spagnolo e della Guinea, oltre ad 
approvvigionamenti ed armi. Come era prevedibile, la Germania fece cadere nel vuoto 
le richieste della Spagna, principalmente per tre ragioni: la prima era la preferenza per 
una collaborazione con il neonato regime di Vichy, la seconda era la debolezza delle 
forze armate ispaniche, la terza consisteva nella sovrapposizione di interessi in Africa 
settentrionale tra le forze dell’Asse.
11
  
Ancor prima di questo rifiuto da parte tedesca, Franco aveva occupato l’attuale 
città marocchina di Tangeri, posta sotto amministrazione internazionale dal 1925, in 
virtù del fatto che, essendo la Spagna neutrale nell’aprile del 1940, solo lei poteva 
garantirne la sicurezza e l’indipendenza. Grazie all’assenso italiano, la città venne 
 
8
 Gil Pecharromán, La política exterior del franquismo, op. cit., pp. 30-32. 
9
 Ibid. pp. 45-47. Circa un anno dopo, i futuri Ministri degli Esteri Fernando Maria Castiella (1957-
1969) e José Maria de Areilza (1975-1976) pubblicarono “Reivindicaciones de España”, un libro di 
oltre seicento pagine nel quale, in maniera estremamente dettagliata, venivano illustrate, come da titolo, 
le rivendicazioni territoriali spagnole che coincidevano con le richieste avanzate alla Germania. Gli 
autori allegarono anche mappe molto precise, alimentando il mito imperiale spagnolo.  
10
 Gibilterra veniva reclamata dal 1714, anno della fine della Guerra di Successione Spagnola sancita 
dalla firma del Trattato di Utrecht, ancor’oggi oggetto di contrasti tra Spagna e Regno Unito a causa 
dell’ambiguità del testo e, di conseguenza, delle diverse interpretazioni date.  
11
 G. Di Febo e S. Juliá, Il franchismo, Roma, Carocci, 2003, pp. 32-33; R. García Pérez, España y la 
Segunda Guerra Mundial, in J. Tusell, J. Avilés, R. Pardo (a cura di), La política exterior de España en 
el siglo XX, Madrid, Editorial Biblioteca Nueva, 2000, p. 311.

Preview dalla tesi:

La Spagna ed il Mediterraneo: da politica nazionale a politica europea

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Molin
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Internazionali e Diplomatiche
  Relatore: Giuliana Laschi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 152

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi