Skip to content

Le frodi carosello come patologia della tassazione analitico-aziendale

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Le frodi carosello come patologia della tassazione analitico-aziendale, Pagina 7
Dipartimento di Giurisprudenza 
 
 
 
 
 
il nostro Paese attraverso la riforma della legge costituzionale del 20 Aprile 2012 n. 1, che 
ha aggiunto alla vecchia formulazione dell’art. 81 della Legge fondamentale, il seguente 
primo comma: Lo Stato assicura l’equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, 
tenendo conto delle fasi avverse e delle fasi favorevoli del ciclo economico. 
Tra gli altri divieti previsti a livello comunitario, uno dei più stringenti riguarda il settore 
della monetazione e del ricorso all’indebitamento attraverso la stampa di moneta, oggi 
deferita alla Banca Centrale Europea, con conseguente impossibilità di ricorrere, a 
differenza di quanto accadesse in passato, a svalutazioni competitive. In pratica, ad oggi 
non è possibile per uno Stato nazionale dell’UE ricorrere al finanziamento della spesa 
collettiva attraverso l’aumento del debito pubblico e quindi stampando moneta. 
Tornando alla tassazione, può dirsi che i vincoli comunitari hanno avuto lo scopo di 
rendere omogenea l’imposizione fiscale in termini di tributi doganali e di imposta sui 
consumi.  
Lo strumento normativo più usato per raggiungere i suddetti fini di armonizzazione 
fiscale, specie in ambito IVA per quel che ci interessa, sono le direttive europee, che, 
insieme ai regolamenti e alle decisioni, costituiscono le fonti tipiche del diritto 
comunitario e vincolanti per tutti gli Stati nazionali, sia pure in modo diverso, dal 
momento che le direttive vincolano solo rispetto agli obiettivi da raggiungere, 
rivolgendosi agli organi legislativi di determinati Stati membri, tenuti a recepirle con un 
certo margine di discrezionalità quanto ai mezzi da utilizzare per il perseguimento degli 
scopi da esse sanciti, mentre i regolamenti sono dotati di obbligatorietà integrale e si 
rivolgono in linea di principio a tutti gli Stati
8
. 
Nonostante ciò, non sono mancati fenomeni di sottrazione di IVA detratta da parte di 
operatori economici, che hanno avuto modo di approfittare del sistema di non-
imponibilità dei tributi sui consumi, introdotto proprio in vista della già menzionata 
neutralità dell’imposta rispetto alle operazioni intermedie, nonché di registrazione di 
operazioni fittizie per vantare crediti IVA inesistenti. 
E’ noto a tutti il caso Telecom-Sparkle, che vide indagato e sottoposto a carcere 
preventivo, amministratore delegato di Fastweb, Ingegner Silvio Scaglia, assolto solo di 
recente nel 2017 con una sentenza della Prima Sezione penale della Corte d’Appello di 
Roma. A suo carico, gli elementi indiziari più pesanti erano “il possesso da parte sua di 
un conto corrente ad Hong Kong dove terminava l’operazione di riciclaggio e la 
residenza a Londra, dove hanno sede alcune società utilizzate per il riciclaggio”; infatti il 
fenomeno delle frodi IVA citato è collegato alla rivendita di merci acquistate da parte di 
un fornitore, che non versa IVA all’erario, ad un altro operatore economico, a favore del 
quale sorge una detrazione indebita. 
Tra le confusionarie proposte avanzate per far fronte alle frodi in esame, vi è quella che 
prevede l’estensione del meccanismo della non imponibilità, anche detto reverse charge, 
alle operazioni interne, ossia ai rapporti tra operatori economici che si dipanano in ambito 
nazionale. Questa è stata la soluzione proposta dal nostro Paese a partire dalla Legge 
finanziaria del 2015, con la quale l’Italia ha ottenuto l’autorizzazione da parte della 
Commissione europea, trattandosi di una modifica che andava a colpire il sistema 
armonizzato IVA. Vedremo come un simile meccanismo funziona tanto bene in quanto 
l’ultimo tassello della catena di distribuzione sia ben presidiato, grazie alla presenza di 
operatori strutturati che rivendono al dettaglio, come accade con la grande distribuzione 
di massa. 
                                                           
8
 Ragion per cui i regolamenti hanno portata generale, mentre le direttive portata individuale.

Preview dalla tesi:

Le frodi carosello come patologia della tassazione analitico-aziendale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Michele Danza
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Raffaello Lupi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 124

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

iva
elusione
evasione fiscale
abuso del diritto
frodi carosello
ige
frodi iva
teoria della tassazione analitico-aziendale
sistema armonizzato iva
imposte sui consumi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi