Skip to content

Le operazioni psyops: l’arte del persuadere, alterare e influenzare

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Le operazioni psyops: l’arte del persuadere, alterare e influenzare, Pagina 3
2 
 
lotta tra imprese o ONG (con l’uso dell’intelligence economica), al terrorismo, alla guerra cognitiva, alla 
circolazione di dannose fake news. 
Le istituzioni devono assolutamente muoversi su questo settore in quanto la stessa Nazione potrebbe essere 
messa in discussione da chiunque conosce “l’arte della comunicazione efficace”. 
L’era attuale nella quale viviamo ha completamente mutato le forme del conflitto che da “asimmetriche” 
sembrerebbero muoversi all’interno di campi sempre più difficili da scovare come il deep web. 
Chiunque grazie ai moderni mezzi di comunicazione diventa attore attivo di rivoluzioni che, come la storia e 
il presente ci insegnano, sono diventate delle vere forze motrici da controllare e monitorare. 
Per quanto riguarda l’Italia, dal punto di vista psicologico, non sembrerebbero esserci stati degli approfonditi 
studi che, in virtù della situazione di pericolo nella quale oggi stiamo vivendo, devono assolutamente essere 
fatti. 
Nei conflitti, di qualunque genere, si richiedono sempre più figure specializzate che siano in grado di mutare 
le loro capacità per affrontare al meglio quel nemico che ormai non fa altro che sfoggiare l’arma della 
propaganda per ottenere consensi. 
L’immenso campo dell’immagine e dell’approvazione sociale anche a livello mondiale è oggi il nuovo 
rapporto tra gli stati, imprese, multinazionali e civili che, a quanto studiato, si avvalgono di strategie sempre 
più sottili per avvalorarsi agli occhi di chiunque possa attribuirgli potere. 
Il popolo, da questo punto di vista, assume una tale importanza da essere il primo target gestito dagli Stati 
che a differenza dei periodi dittatoriali, non ne sopprime la portata ma ne guida inconsciamente i caratteri 
evitando, secondo le teorie di Gustav Le Bon la formazione di folle ritenute indomabili e distruttive. 
Tutto ciò poiché come acutamente ci ha mostrato il matematico britannico Stephen Hawking: «Il più grande 
nemico della conoscenza non è l’ignoranza, è l’illusione della conoscenza»
4
. 
 Il baricentro delle relazioni internazionali sembrerebbe spostarsi proprio su queste dinamiche manipolatorie 
all’interno e all’esterno di ogni Stato che, nei principali manuali, dovrebbero essere assolutamente aggiunte; 
soprattutto inserendo nella parte geopolitica dell’“Heartland” di Mackinder e della forza navale di Mahan, 
l’attuale potere della comunicazione strategica e dei “Bid Data”. 
Scopo di questa tesi sarà quello di dare un tocco più evoluzionistico possibile a questa branca della guerra 
che, deve essere assolutamente resa più innovativa possibile, in virtù del progresso tecnologico e tecnico 
nelle quali “l’era della conoscenza” ci impone di andare. 
Il successo dell’ISIS è dovuto proprio a questa comunicazione strategica sancita dalle moderne tecnologie 
che se da un lato ci hanno reso la vita migliore, dall’altro, hanno ancora di più amplificato la percezione del 
pericolo e dell’angoscia che sembrerebbero essere diventate molto più “palpabili” all’interno di quel 
paradigma di insicurezza nella quale ci troviamo. 
 Lo studio approfondito di questa tematica è stato condotto da uno spirito critico volto a scuotere l’evoluzione 
delle dinamiche difensive principalmente dal “basso”. 
Per quest’ultima affermazione intendo ripartire dal ruolo stesso del cittadino che invece di essere spesso 
ingannato da innumerevoli propagande che ne tartassano la mente e ne indeboliscono il ragionamento critico, 
dovrebbe essere “educato” affinché possa diventare agente attivo della sicurezza; controllando quel “vicinato 
geopolitico” che oggi si sposterebbe principalmente all’interno del web. 
In quella logica progressista nella quale l’imponente globalizzazione ci ha immessi, non si può ancora 
nascondere e limitare “l’empowerment” del singolo, soggiogato da una educazione limitata tesa al suo 
                                                           
4
http://lgazometro.blogspot.it/2014/09/il-piu-grande-nemico-della-conoscenza.html

Preview dalla tesi:

Le operazioni psyops: l’arte del persuadere, alterare e influenzare

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Angelo Alabiso
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Link Campus University - L'Università internazionale a Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Gabriele Natalizia
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 102

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

guerra psicologica
comunicazione strategica
spirito critico
psyops
operazioni psicologiche
guerra di persuasione
controllo delle masse
arma senziente
guerra cognitiva
fakenews

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi