Skip to content

Le riscritture di Shakespeare durante la Restaurazione inglese: Macbeth, The Tempest, King Lear.

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Le riscritture di Shakespeare durante la Restaurazione inglese: Macbeth, The Tempest, King Lear., Pagina 7
«the public theaters reopened (with women actors) to entertain an urban public».
11
 In realtà 
questo tipo di spettacoli si rivolgevano ad un pubblico ristretto composto dall’aristocrazia e 
dalla medio-alta borghesia. La vita di corte riprese il suo fermento, dopo essere stata in 
esilio presso quella di Francia. 
«Nel campo sociale [Carlo II] restaurò i nobili e i gentiluomini nelle loro ereditarie capacità 
di guide conosciute della vita nazionale e locale».
12
 Durante la rivoluzione puritana, la 
maggior parte degli aristocratici e dei cavalieri erano stati sostituiti nelle funzioni 
amministrative dai soldati. Le forze militari ricoprivano quei ruoli di comando spinti dagli 
ideali democratici della repubblica e di Cromwell. 
Uno degli eventi più disastrosi del regno di Carlo II fu The Great Fire nel 1666 a Londra, 
Pepys ne dà testimonianza in questo modo «by and by Jane comes and tells me that she 
hears that above 300 houses have been burned down tonight by the fire we saw».
13
 
L’incendio durò quattro giorni, distrusse la maggior parte degli edifici della capitale e fu 
particolarmente sentita poiché giungeva l’anno seguente ad un’altra calamità: la peste. 
Il periodo della Restaurazione è anche quello in cui nacquero i due schieramenti intorno ai 
quali si è concentrata la vita politica inglese: i Tories e i Whigs. La lunga vita goduta dal 
parlamento dei cavalieri favorì il sorgere della politica come professione, nonché di partiti 
politici organizzati, che agivano sotto la guida di capi riconosciuti. I Tories avevano 
riconquistato un'influenza politica dopo la Restaurazione monarchica e vedevano nella 
conservazione e rafforzamento della monarchia il modo migliore per mantenere tale 
influenza e credevano nel diritto divino dei re e nella religione di stato anglicana. I Whigs 
influenzati dagli ideali repubblicani, credevano nell’autorità del parlamento e nella libertà 
religiosa. Fu durante la lotta per la legge di esclusione ( Esclusion Bill) nel 1679-81 che il 
termine Tory prese il posto di cavaliere e il termine Whig quello di testa rotonda. 
La restaurazione della monarchia non significò un arresto del processo di sviluppo 
economico e sociale, ma fu caratterizzata dall'espansione delle esportazioni e del 
commercio internazionale, dall'incremento del settore manifatturiero ed estrattivo. 
Soprattutto durante il regno di Giacomo II, la libertà economica, di religione, di pensiero e 
di espressione erano alla base dello sviluppo dei ceti borghesi. Nei paesi cattolici 
11 MacLean, op. cit., p. 6. 
12 G.M Trevelyan, English social History , a survey of six centuries. Chaucer to Queen Victoria, Longmans, Green & 
Co Ltd, London, 1944. Trad it. U. Morra (a cura di), Storia della società Inglese, Einaudi, Torino, p. 238.  
13 Pepys, op. cit., vol. VII, p. 267  
 9

Preview dalla tesi:

Le riscritture di Shakespeare durante la Restaurazione inglese: Macbeth, The Tempest, King Lear.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jessica Lenti
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze linguistiche letterarie e della traduzione
  Relatore: Andrea Peghinelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

teatro
shakespeare
king lear
fortuna
the tempest
restaurazione
macbeth
riscritture
tate
davenant

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi