Skip to content

Mito, Anima, Immaginazione, Cosmologia: un Itinerario in James Hillman

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Mito, Anima, Immaginazione, Cosmologia: un Itinerario in James Hillman, Pagina 6
7 
E cioè: è vero che la psicanalisi è il sapere del XX secolo in quanto porta ad esemplare compimento 
la tendenza prevalente della stessa tradizione (filosofica, metafisica) dell’Occidente - la conoscenza 
(oggi tecnico-scientifica) della Verità degli oggetti del mondo, tra cui, in ultimo, quell’'oggetto' 
(particolare) che è l’uomo. Compimento esemplare in quanto, proprio il rivolgersi a questo 'oggetto' 
ha portato a delle scoperte (la più importante, forse, l’inconscio, col suo proprio linguaggio) che 
hanno evidenziato i limiti e la forte problematicità dello stesso sguardo (metafisico-scientifico) 
occidentale aprendo così la porta ad una pluralità di smascheramenti e visioni de-strutturanti in 
ambiti diversi (e questa apertura è chiara criticamente almeno già sin da Husserl e dalla psichiatria 
di stampo fenomenologico). 
Non è qui il caso di fare una rassegna dei vari atteggiamenti critici (dai più 'moderati' fino a quelli 
più 'irrazionalisti' e dichiaratamente 'nichilistici') che si sono avuti negli ultimi due secoli nei 
confronti della tradizione scientifico-filosofica occidentale, né di utilizzare unilaterali e troppo 
semplificatrici filosofie della storia, o prendere parte 'pro' o 'contro' 'la' tradizione filosofica (intesa 
come un blocco monolitico), nella quale si è inscritti e con le cui trame si ha comunque da misurarsi 
criticamente. 
Seguiremo piuttosto un percorso liberamente tematico, spesso per giustapposizioni, che cercherà nel 
suo svolgimento, come in una composizione polifonica contrappuntistica, di valorizzare, oltre alle 
singole voci, l'interconnessione, magari dissonante, delle stesse, cercando di stimolare e mantenere 
uno sguardo 'duplice' sulle cose che sappia rendersi conto ad esempio che, (mantenendo la metafora 
musicale), le 'dissonanze' del contrappunto 'diventano' tali (e quindi 'inaccettabili') solo in seguito 
alla nascita dell'armonia come nuova organizzazione teorica del materiale sonoro mirante a 
regolamentare i suoni riconducendoli ad un unico principio. In tal senso, andremo a costituire una 
mappa problematica di riferimento, affrontando autori di estrazioni diverse che ci aiuteranno ad 
organizzare un discorso coerente, la cui voce principale sarà quella di colui che è stato definito un 
'eretico' (della psicanalisi, ma non solo) quale James Hillman. Ed è proprio per questo che apriamo 
con un discorso di tipo psicanalitico: l'itinerario qui prescelto partirà dal 'problema' psicanalisi per 
'superarlo' ed allontanarvisi, argomentandone criticamente le ragioni.  
Più che seguire una corrente, ritaglieremo uno spazio muovendoci nell’ambito dell’importante (e 
per noi imprescindibile) mutamento di stile (ma non solo di stile) rinvenibile nel migliore fare 
filosofia odierno; uno stile che, pur mantenendo i tratti di ampiezza e profondità tradizionali 
dell'Occidente pensante, vi si riferisce in modo nuovo: non più possesso-appropriazione delle 
verità-essenze ultime, eterne ed immutabili delle cose, ma critica incessante ed apertura radicale 
all'altro, al 'differente'. Ed in ciò, anche un ri-pensamento delle proprie origini: quella che è stata 
definita la necessità di un pensiero post-metafisico. 
Ci pare che sia in quest'ottica, ad esempio, che da più parti si ritorna orri, sintomaticamente, a 
studiare e reinterpretare gli aspetti ed i momenti più fortemente critici, di tensione, della storia del 
pensiero in ogni epoca: scetticismo come momento propulsivo del sapere; cinismo antico come 
critica del sapere oggettivante logico-formale e come esibitore di una verità altra, di tipo pratico e 
corporeo; sofisti considerati come maestri di etica e democrazia in quanto praticanti la molteplicità 
di punti di vista e quindi iniziatori del prospettivismo; pratiche e saperi esoterici come custodi di 
una saggezza profonda ed arcaica, che avrebbero contribuito in maniera determinante al processo 
democratico moderno; e addirittura mistica cristiana come 'esercitazione' alla dialettica che poi in-
formerà Hegel e sfocerà nel pensiero rivoluzionario marxiano. 
Queste figure ritornano non (più) come limitati e magari 'fastidiosi', 'ottusi', più 'bassi' intralci sullo 
splendente percorso del Sapere, ma come momenti comunque costitutivi, se non fondanti (magari 
proprio dove si pongono con maggior veemenza demolitrice) la più autentica pratica filosofica 
stessa. E questo, inevitabilmente, in un confronto critico, dialettico ed ermeneutico con la tradizione 
e con la sua riattualizzazione che offre unioni e scontri. La nostra visione della storia ricalcherà 
quella junghiano-hillmaniana della psiche (individuale come pure 'universale') come di un 'teatro' in
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Mito, Anima, Immaginazione, Cosmologia: un Itinerario in James Hillman

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Pietro Sante Vincenti
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2000-01
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Filosofia
  Relatore: Paolo d’Alessandro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 238

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi