Skip to content

Nomadismo fiscale e le sue patologie

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Nomadismo fiscale e le sue patologie, Pagina 8
10
non anche di un generico ed indecifrabile «vantaggio tributario»“. Cfr. Garbarino C., Manuale di
tassazione internazionale, IPSOA, 2005; Maisto G., Elusione ed abuso del diritto tributario:
orientamenti attuali in materia di elusione ed abuso del diritto ai fini dell’
imposizione tributaria, Milano, 2009; Maisto G., Elusione ed abuso del diritto tributario, Giuffrè,
2009; Falsitta G., Manuale di diritto tributario, CEDAM, 2013; Falsitta G., Corso istituzionale di
diritto tributario, CEDAM, 2012; Fantozzi A., Diritto tributario, Utet Giuridica, 2012; Tesauro F.,
Istituzioni di diritto tributario. Vol. 2: Parte speciale, Utet, 2012
12
Per l’ordinamento, ma in via primaria per il contribuente.
13
È stato infatti sottolineato che “finché le differenze di regime sono strutturali e fisiologiche al
sistema tributario, la scelta del comportamento fiscalmente meno oneroso è perfettamente
giustificata e neppure ha senso parlare di elusione e distorsioni applicative” (Lupi R., “Diritto
tributario – Parte generale”, op. cit., pag. 89).
14
Cosciani C., “Principi di scienze delle finanze”, Torino, 1953, pag. 105 e 567. Lupi R. (in “Le
illusioni fiscali”, op. cit., pag. 98) ammonisce: “(i)l rischio di elusione c’è dappertutto, ed è connesso
all’esistenza stessa di regole del gioco, che il Legislatore detta e poi il contribuente applica come più
gli conviene. La Legge indica il trattamento fiscale connesso a vari fatti? E il contribuente, quando
può scegliere, realizza i suoi obiettivi economici realizzando quei fatti (cioè quegli strumenti
giuridici) che comportano il trattamento fiscale più mite. Non si può rimproverare alla gente di
condurre i propri affari scegliendo i regimi fiscali più miti”. Dal punto di vista del soggetto passivo
sarebbe irrazionale non approfittare della soluzione che comporta il minor sacrificio fiscale, in
quanto non solo è pienamente legittima e dà concreta attuazione alla previsione normativa, ma
addirittura realizza le fifinalità che il Legislatore aveva inteso perseguire con i provvedimenti da cui
la scelta è scaturita.
15
Rientrano nell’ambito del “lecito risparmio di imposta” le attività che, sebbene finalizzate ad una
riduzione del carico fiscale, sono tuttavia in compliance con la Legge. Non realizzano un “lecito
risparmio di imposta” quegli schemi (di after-tax hedging) che consentono al contribuente di
conseguire considerevoli ricavi senza tuttavia sopportare i rischi relativi, i quali si trasferiscono
invece sull’Erario. Analogamente, non rientrano nell’ambito del “lecito risparmio di imposta” quegli
schemi i quali, traendo vantaggio dalle differenze tra i regimi fiscali applicabili, consentono di
conseguire situazioni di doppia non imposizione
16
Si veda, in merito, Pollari N., “Spunti in tema di elusione fiscale”, pag. 74.
L ’e c onomia di sc e lta si re a liz z a quindi me dia nte opz ioni offe rte da ll’ordina me nto a l
c ontribue nte , il c ui e se rc iz io c onse nte , in via subordina ta
12
, la minimiz z a z ione di
one ri fisc a li
13
. T a lora , lo ste sso L e gisla tore inc ora ggia le sc e lte de i c ontribue nti,
orie nta ndoli ve rso de te rmina te dire z ioni in funz ione di spe c ific i obie ttivi di politic a
e c onomic a
14
.
Ne l se c ondo c a so la dive rsità di tra tta me nto, lungi da l c onfigura re una pre c isa
volontà , è una sorta di re fuso di siste ma , de riva to se c onda rio di impe riz ia ,
supe rfic ia lità , ine spe rie nz a . In ta le c onte sto qua nto più il siste ma fisc a le è a na litic o,
ipe rtrofic o e mute vole ta nto più l’a z ione de ll’inte rpre te -c ontribue nte si fa
pe ne tra nte , pe rva siva e , in ultima a na lisi a ppa re nte me nte le c ita pe rc hé “ ubi le x
v oluit dix it, ubi noluit tac uit ” . Ne lle sma glia ture de lla le gisla z ione , si insinua no i
fe nome ni a busivi- e lusivi.
Il bug de l siste ma c re a un’a re a grigia fra le c ito rispa rmio d’ imposta
15
(pre visto da l
L e gisla tore ) e d e va sione fisc a le (vie ta ta e pe rse guita pe na lme nte )
16
c he la dottrina
ha qua lific a to c ome un te rtium ge nus, a l c ui inte rno è possibile ric ondurre
c omporta me nti dive rsi, c he c onc re ta me nte si diffe re nz ia no e muta no in re la z ione
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Nomadismo fiscale e le sue patologie

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marco Lupi
  Tipo: Tesi di Dottorato
Dottorato in Diritti, Economie e Culture del Mediterraneo
Anno: 2021
Docente/Relatore: Nicola Fortunato
Istituito da: Università degli Studi di Bari
Dipartimento: Dipartimento Jonico
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 337

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

elusione fiscale
paradisi fiscali
digital economy
evasione fiscale
esterovestizione
abuso del diritto
stabile organizzazione occulta
web company
nomadismo fiscale
tranfer praicing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi