Skip to content

Nuovi Significati e Nuove Relazioni di Genere nella Famiglia e nel Lavoro

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Nuovi Significati e Nuove Relazioni di Genere nella Famiglia e nel Lavoro, Pagina 9
12 
 
Nella seconda metà dell’Ottocento inizia poi a diffondersi il pensiero di Charles 
Darwin (1859), scienziato che enunciò la teoria dell’evoluzione nel suo libro 
“L’origine delle specie” (1859). Con questo libro, dove viene ribaltata la vecchia 
concezione creazionista, Darwin afferma che l’equilibrio della natura è dato da un 
processo di selezione naturale, dove tra le possibili variazioni morfologiche di un 
individuo risulta sopravvivere l’individuo con la variazione più favorevole. In questo 
modo il carattere più adattivo tende ad essere più frequente nelle generazioni 
successive, e questi tratti favorevoli vengono così ereditati. Viene così ipotizzata una 
sorta di lotta-selezione per la sopravvivenza, che favorisce gli individui che possiedono 
le migliori caratteristiche: queste verranno trasmesse alla progenie, che avrà così 
maggiori possibilità di sopravvivenza in quell’ambiente. Nella successiva opera 
“Origine dell’uomo e la selezione sessuale” (1871) Darwin analizza la questione della 
selezione sessuale, sostenendo che la scelta del partner sia anch’essa determinata da 
meccanismi di lotta e sopravvivenza. Secondo l’autore, l’uomo sceglierebbe la donna 
in base a criteri di maggior bellezza e quindi più attraenti, in quanto individuo spinto 
da un forte desiderio sessuale, spesso promiscuo. Ciò lo rende competitivo verso gli 
altri maschi nella possibilità di tramandare i suoi geni e la sua superiorità ai propri 
figli. Le donne, anch’esse sottomesse a queste regole “naturali”, sceglierebbero il 
partner secondo criteri di forza, per garantire la salvaguardia propria e dei propri figli, 
in quanto naturalmente creature passive e riservate. Appare quindi evidente come in 
questa visione il protagonista dell’evoluzione sia il maschio, mentre alla femmina 
viene riservato un ruolo passivo. Per questo suo pensiero arcaico Darwin fu fortemente 
criticato dal movimento femminista (Gelli, 2009). 
Queste teorie sono state adattate dalla corrente del darwinismo sociale, che ha allargato 
questi temi alla società, dando vita a un pensiero che proponeva come giustificazione 
alle disuguaglianze sociali i concetti di sopravvivenza del più forte e di eliminazione 
dell’individuo meno adatto. Queste idee vennero usate negli anni 30 per legittimare in 
modo scientifico fenomeni come il colonialismo o l’iniqua distribuzione della 
ricchezza presente nelle classi sociali. Alcuni autori, come Dobzhansky (1962), 
sottolineano come i termini utilizzati da Darwin venissero volutamente travisati per 
essere adattati ad un’ideologia sociale un po’ estremista, dove il concetto di selezione 
naturale veniva applicato anche ai fenomeni sociali, estendendo il termine “lotta” ai 
rapporti tra le nazioni, le classi sociali, le razze e i sessi. Ciò portò allo sfruttamento 
dell’idea di “selezione naturale”, che venne utilizzata anche per etichettare come giusti 
dei processi di “selezione artificiale”, operata ad esempio durante gli anni del nazismo 
e dello sterminio degli ebrei. Il darwinismo sociale divenne quindi per certi versi un 
mezzo per giustificare le lotte e le alleanze fra i popoli, le dottrine nazionalistiche e le 
politiche sociali di discriminazione (La Vergata, 2005). 
Un’altra corrente di studi che si fonda sull’approccio biologico è la sociobiologia, 
definita dal suo fondatore Wilson come “Lo studio sistematico delle basi biologiche di

Preview dalla tesi:

Nuovi Significati e Nuove Relazioni di Genere nella Famiglia e nel Lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Martina Vanali
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Psicologia
  Relatore: Silvia De Simone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 184

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donne
famiglia
femminismo
gender
uomini
breadwinner
female breadwinner
donne in carriera

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi