Skip to content

Privacy e tecnologia: uno sguardo ai sistemi italiano e statunitense

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Privacy e tecnologia: uno sguardo ai sistemi italiano e statunitense, Pagina 3
 7
le abitudini di un gruppo di individui la cui composizione trascende ogni logica 
razionale, ma il cui denominatore comune sembra essere la notorietà. 
Per definire l’erosione della sfera del privato a cui ha portato la stampa 
quotidiana, Henry James ha forgiato il termine Newspaperization.  
Ed è proprio l’eccessiva attenzione della “yellow press” verso la vita 
sociale dei   familiari di Samuel D. Warren, personaggio pubblico in quanto 
facoltoso avvocato ed imprenditore (l’ironia della sorte lo volle produttore di 
carta), sposato con la figlia di un Senatore, che rappresenta l’oggetto 
dell’articolo di Warren e di Brandeis, già allora importante avvocato e destinato 
a divenire il primo giudice di stirpe ebraica a far parte della Corte Suprema 
degli Stati Uniti. 
In questo fondamentale documento, che rappresenta sia il primo punto di 
emersione di un concetto rappresentativo di un’esigenza già fortemente sentita 
dal ceto medio, sia il punto di partenza per un percorso giuridico che porterà 
alla rilettura dei principi costituzionali degli Stati Uniti, troviamo una prima 
importante definizione del concetto di privacy, come “The right to be let 
alone”
3
. Riportiamo il passo in questione: 
 
“…In very early times, the law gave a remedy only for physical 
interference with life and property…Later, there came a recognition of man’s 
spiritual nature, of his feelings and his intellect…and now the right to life has 
come to mean the right to enjoy life-the right to be let alone; the right to liberty 
secures the excercise of extensive civil privileges; and the term “property” has 
grown to comprise every form of possession-intangible, as well as tangible”
4
. 
 
Warren e Brandeis ben interpretano l’evoluzione nei rapporti sociali del 
tempo. Se, quando ancora la vita era prevalentemente organizzata in piccole 
comunità, il motto filosofico “my home is my castle” era una forte 
affermazione contro le più svariate forme di violenza fisica e violazione della 
sacralità del luogo abitazione, nella moderna società inurbata, questo motto 
della classe media assume i connotati di una strenua difesa della sfera del 
privato, grazie appunto alla presa di coscienza della spiritualità della natura 
umana.  
                                                          
3
 “…Il diritto ad esser lasciato solo”. L’espressione pare da attribuirsi al giudice Thomas C. Cooley, 
che la utilizzò nel 1879 nel suo “Treatise on the Law of Torts or the Wrongs Which are Indipendent 
of Contract”, considerando questo diritto “a right to one’s person and a right of personal immunity”. 
La citazione è tratta dalla prefazione alla seconda edizione, pubblicata nel 1888.  
4
 “Nei primi tempi, la legge concesse un rimedio solo per l’interferenza fisica con la vita e la 
proprietà…Più tardi, fu riconosciuta la natura spirituale dell’uomo, dei suoi sentimenti e del suo 
intelletto…e ora il diritto alla vita è diventato significativo del diritto a godere della vita-Il diritto di 
essere lasciati in pace; il diritto alla libertà assicura la possibilità di esercitare estesi privilegi civili; 
ed il termine “proprietà” è cresciuto sino a comprendere ogni forma di possedimento - intangibile 
tanto quanto tangibile”. 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Privacy e tecnologia: uno sguardo ai sistemi italiano e statunitense

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alberto Giacobone
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1998-99
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Giurisprudenza
  Relatore: Barbara Pozzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 134

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi