Skip to content

Un ordine disordinato - verso una società rinnovata

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Un ordine disordinato - verso una società rinnovata, Pagina 4
6 
 
cogliere l’esistenza di due principali tipologie di locali, in relazione ai diversi stili culturali che li 
caratterizzano: comunitario e societario. Il primo si rifà ad uno stile incentrato su valori espressivi che 
regolano le interazioni tra le persone, rendendole dirette, calde, emozionalmente ricche, autentiche. 
Tale cultura si caratterizza inoltre per una sostanziale apertura nei riguardi di chi è portavoce di 
proposte culturali alternative, e di stili innovativi, senza però rinunciare agli elementi di fondo sui quali 
poggia. In tal senso possiamo parlare di un vero e proprio dinamismo culturale, che si esprime in 
innovazioni, ed integrazioni di grandezza e intensità variabili.    
Al capo opposto la subcultura societaria tende sostanzialmente a ripercorrere i tratti oggi dominanti, 
con relazioni dal carattere in prevalenza strumentale, nelle quali prevale un atteggiamento di 
marginalizzazione nei riguardi di chi non rispetta i rigidi canoni estetici e performativi consolidati. 
Un’accentuata resistenza al cambiamento completa il sintetico quadro introduttivo qui tratteggiato, che 
nel corso del testo sarà esaminato in dettaglio, a partire dal secondo capitolo.   
Il termine comunità è oggetto di una lunga riflessione in sociologia, che vede nell’opera di Ferdinand 
Tonnies del 1887 “Comunità e società”, uno degli autori più significativi al riguardo (Tonnies, 1963). 
Questo lemma è stato spesso utilizzato sia nella sociologia classica, sia in quella contemporanea, 
rendendo il suo uso problematico per i molteplici significati che incorpora e richiama. Si è tuttavia 
deciso di riproporlo, proprio in ragione del valore esplicativo che racchiude, offrendone 
un’interpretazione il più possibile adeguata alla contingenza storica particolare nella quale viviamo. 
L’evoluzione delle condizioni istituzionali, economiche, sociali e culturali richiede una rilettura di 
questo concetto, che se inserito nell’attuale ambito sociale assume un significato peculiare, che in parte 
lo differenzia da altre formulazioni. I continui e rapidi mutamenti di questa epoca pongono quanto 
resta delle comunità, che nelle società tradizionali costituivano la forma tipica di aggregazione umana, 
di fronte a nuove sfide, e possibilità. Le comunità di oggi debbono essere interpretate nella relazione 
che intrattengono con il particolare assetto sociale nel quale ci troviamo. 
A questo riguardo nel primo capitolo si tratteggia un quadro delle principali caratteristiche culturali 
delle società contemporanee, che costituisce uno sfondo essenziale per potere interpretare 
adeguatamente il resto del lavoro.   
Nel terzo capitolo ci si addentra invece in profondità nelle dinamiche sociali e negli assetti culturali 
che governano le realtà dei locali da ballo di latinoamericano, partendo anzitutto dalle valutazioni e 
considerazioni, nonché dalle critiche, e dalle problematiche poste dai clienti, e dal personale, cioè da 
chi vive abitualmente queste realtà, riproducendone le caratteristiche. 
Ci è stato possibile mettere alla prova la bontà del modello culturale comunitario, e la sua utilità, sia 
sul benessere individuale, sia soprattutto nel costituire e mantenere un solido e armonioso corpo sociale 
(e la speculare ridotta utilità, o persino per certi versi un’azione contraria di quello societario), grazie 
allo studio del fenomeno della marginalità nei locali da ballo, e all’analisi del particolare tipo di prassi 
comunicativa che li caratterizza, e che vede in Jungen Habermas l’artefice della teoria dell’agire 
comunicativo dalla quale siamo partiti per analizzare questo secondo aspetto (Habermas, 1986). 
La cultura comunitaria può essere identificata come il luogo dell’autenticità nelle relazioni con gli altri 
e con sé, in cui lo sguardo è ripulito dalle pretese performative, e dall’aspettativa di alti livelli estetici. 
Si spinge oltre l’apparenza, prestando attenzione agli elementi sostanziali delle espressioni culturali di 
cui gli individui sono loro malgrado interpreti e portavoce. E’ anche il luogo nel quale la riflessività 
allenata al confronto dialogico e arricchente può dispiegarsi con facilità. 
La relazione tra i locali dallo stile comunitario e societario, resa possibile dalla contemporanea 
frequentazione da parte dei clienti di diverse realtà, e dai mutamenti nel gusto, di cui parleremo nel 
terzo capitolo, ci ha consentito di assistere ad un interessante fenomeno di contaminazione culturale 
da un contesto prevalentemente comunitario ad uno societario, a vantaggio delle dinamiche di 
relazione, e delle logiche rituali di matrice espressiva. Questo particolare, quanto inatteso evento ci ha 
anzitutto offerto un’utile conferma che è possibile, ove ricorrano alcune condizione, un 
ammorbidimento dei tratti culturali societari, mitigati dall’azione delle logiche comunitarie, realizzato 
peraltro senza incorrere in situazioni conflittuali, bensì seguendo un percorso dialogico e di confronto,

Preview dalla tesi:

Un ordine disordinato - verso una società rinnovata

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Massimo Cislaghi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2014-15
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Sociali
  Corso: Sociologia
  Relatore: Enzo Colombo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi