Skip to content

Violenza negli stadi in Italia e in Inghilterra: radici, cause, atteggiamento dei mass media e rimedi in prospettiva comparata

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Violenza negli stadi in Italia e in Inghilterra: radici, cause, atteggiamento dei mass media e rimedi in prospettiva comparata, Pagina 10
 XVI 
Sweat and Beer”6 diventa lo stile di vita degli hooligans che accompagnano le 
loro “imprese” allo stadio con altre attività nel tempo libero come l’ubriacarsi 
nei pubs e il paki-bashing  (veri e propri raids contro negozi e ambulanti 
pakistani). La “sindrome di Andy Capp” (personaggio dei fumetti che incarna 
il proletariato violento, maschilista, ubriacone e xenofobo) come la chiama 
Taylor7, si è impadronita di loro.  
 Questo tipo di comportamento coglie totalmente impreparati sia il mondo 
del calcio sia le forze dell’ordine e in questi primi anni è facile per gli 
hooligans viaggiare in trasferta ed è altrettanto facile assistere a battaglie 
all’interno degli stadi per il dominio del territorio, col conseguente panico 
generale che esse provocano tra la folla attonita.  
 Si creano le prime rivalità dovute ad incidenti precedenti e soprattutto 
alla vicinanza tra le città o tra i quartieri delle varie squadre. Londra è la città 
che conta il maggior numero di squadre e ad ogni derby è facile che si 
verifichino scontri tra le opposte tifoserie: West Ham, Chelsea, Tottenham, 
Arsenal, Millwall e altre sono in lizza per la supremazia calcistica nella città e 
anche i loro tifosi violenti vogliono rivendicare questa supremazia.  
 Tutte queste rivalità tra le varie tifoserie rispondono alla “sindrome del 
beduino” di cui parla Harrison8, secondo la quale io combatto contro mio 
fratello, io e mio fratello contro mio cugino, noi contro le altre tribù e tutti i 
beduini contro il resto del mondo; il nemico di un amico è un nemico e il 
nemico di un nemico è un amico. In base a ciò si creano inimicizie profonde 
tra squadre per esempio di Londra, ma i tifosi londinesi saranno comunque 
tutti alleati contro i tifosi di altre città; nascono le inter-end alliances (in 
italiano si possono tradurre come “gemellaggi”) in genere tra tifosi di grandi 
squadre con quelli di squadre più piccole (un esempio West Ham-Orient) . 
 Un primo tentativo di frenare questa ondata di violenza che in pochi anni 
spiazzò tutti, fu la recinzione delle ends e la segregazione del gruppo di tifosi 
in trasferta ora circondati da un cordone di polizia.  
 Ecco come un tifoso dell’Arsenal descrive questo primo periodo per il 
movimento hooligan, rivendicando il fatto che tutto è partito dalla curva 
dell’Arsenal: “I don’t know how it started. I suppose someone nicked another 
kid’s scarf and it started from there. Aggro was born on the North Bank”9. 
 È in questo clima di crescente violenza negli stadi che si aprono gli anni 
settanta: un decennio nel quale gli inglesi diverranno consapevoli che lo 
hooliganism non è un problema che affligge solo il calcio, ma è il prodotto di 
un più vasto problema giovanile. Il clamore e lo sconforto che provocheranno 
                                                                 
6
 Il motto deriva da un famoso discorso di W. Churchill alla nazione inglese, che diceva che per 
difendere la propria isola e per uscire dalla seconda Guerra Mondiale da vincitori, ci sarebbero voluti 
“Blood, Sweat and Tears”. “Tears” fu sostituito dagli hooligans con “Beer”. 
7
 Taylor Ian, “Hooligans: Soccer Resistance Movement”, London , New Society , 1969 
8
 Williams John, Dunning Eric, Murphy Patrick, The Roots of Football Hooliganism, London, 
Routledge, 1988, pp.170-171 
9
 “Non so come è cominciato. Credo che qualcuno abbia fregato la sciarpa a un altro ragazzo e tutto 
iniziò da lì. La violenza iniziò nella North Bank”.  Robins David, We Hate Humans, Harmonsworth, 
Penguin, 1984, p.29 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Violenza negli stadi in Italia e in Inghilterra: radici, cause, atteggiamento dei mass media e rimedi in prospettiva comparata

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Ludovico Muzzi
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 1997-98
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze Politiche
  Relatore: John Anderson
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 151

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
calcio corrotto
corruzione
crisi calcio
devianza
hooligans
mali del calcio
mass media calcio
mondiali di calcio
privatizzazione stadi
razzismo sport
scandalo calcio
sport
stadi
stadi calcio
stampa sportiva
tifosi calcio ultras
ultras
ultras tifosi
violenza
violenza negli stadi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi