Skip to content

Modelli quantistici della mente

Informazioni tesi

  Autore: Gianmarco Cernuzio
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi Europea di Roma
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Ettore De Monte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

Le ricerche, gli studi, le teorie sul funzionamento della mente e su quella particolare, distintiva, caratteristica umana definita “coscienza” (nel suo significato di “autocoscienza”) costituiscono un corpus amplissimo e vario ma connotato da uno statuto scientifico assolutamente unico: l’oggetto della ricerca coincide con lo strumento utilizzato. Si studia la mente grazie alla mente. Questa identità di soggetto ed oggetto che è, al contempo, un’articolazione che distanzia la mente che osserva e la mente che viene osservata, l’essere soggetto dall’essere oggetto, può sintetizzare quanto questo percorso scientifico si situi in un territorio estremo della conoscenza. Eppure, si tratta soltanto di una della tante “questioni complesse” dischiuse dallo studio della mente, in una successione vertiginosa di problemi che racchiudono altri problemi che racchiudono altri problemi e soluzioni che, come in un disegno frattale, una volta focalizzate e analizzate rivelano complessità inaspettate e correlazioni con l’insieme che sembrano mostrare che non è possibile chiarire nessun punto isolato della materia se non si chiarisce, nello stesso momento, tutto il resto.
La storia dello studio della mente ci appare continuamente tesa alla risoluzione del problema difficile dell’autocoscienza e, per così dire, sempre più capace di entrare nel dettaglio dei processi mentali (prima con la neurologia e poi con alcune teorie quantistiche della mente) ma, contemporaneamente, anche sempre più caratterizzata dal superamento della divisione tra mentale e corporeo, in un movimento complessivo di recupero della persona nella propria integralità. La possibile soluzione del problema dell’autocoscienza, grazie alle ipotesi quantistiche, diviene così il punto terminale di un processo di conoscenza che deve riorganizzarsi intorno a questo risultato per integrare le più promettenti acquisizioni generali sulla mente e sulle sue attività. In un certo senso, è come se giunti alla fine del percorso, al tema specifico di questo lavoro, ci si dovesse volgere all’indietro per ricominciare ad interrogarsi: ammesso che sia dimostrata o dimostrabile l’essenza quantistica dell’autocoscienza, cosa possiamo dire della memoria? Cosa dell’inconscio? Cosa dell’io? Cosa dell’essere nel mondo?

Informazioni tesi

  Autore: Gianmarco Cernuzio
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi Europea di Roma
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Ettore De Monte
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Le ricerche, gli studi, le teorie sul funzionamento della mente e su quella particolare, distintiva, caratteristica umana definita “coscienza” (nel suo significato di “autocoscienza”) costituiscono un corpus amplissimo e vario ma connotato da uno statuto scientifico assolutamente unico: l’oggetto della ricerca coincide con lo strumento utilizzato. Si studia la mente grazie alla mente. Questa identità di soggetto ed oggetto che è, al contempo, un’articolazione che distanzia la mente che osserva e la mente che viene osservata, l’essere soggetto dall’essere oggetto, può sintetizzare quanto questo percorso scientifico si situi in un territorio estremo della conoscenza. Eppure, si tratta soltanto di una della tante “questioni complesse” dischiuse dallo studio della mente, in una successione vertiginosa di problemi che racchiudono altri problemi che racchiudono altri problemi e soluzioni che, come in un disegno frattale, una volta focalizzate e analizzate rivelano complessità inaspettate e correlazioni con l’insieme che sembrano mostrare che non è possibile chiarire nessun punto isolato della materia se non si chiarisce, nello stesso momento, tutto il resto. La consapevolezza di questo autentico “paesaggio di difficoltà”, ha influenzato la struttura di questo lavoro. Esso è infatti incentrato sulle ipotesi dette del “cervello quantistico” che, per essere illustrate sinteticamente, hanno bisogno soltanto della descrizione dei principali fenomeni della fisica quantistica e di alcune nozioni sulla struttura del cervello e dei neuroni. Ma, così procedendo, non soltanto non potremmo apprezzare il percorso storico dei diversi tentativi di soluzione dell’aspetto più caratteristico ed enigmatico dell’essere umano, la coscienza del proprio pensiero e di se stesso, ma non sapremmo come collegare l’ipotesi di una sua derivazione da principi quantistici con l’insieme dei problemi aperti dallo studio della mente. La filosofia, che certamente per larga parte della sua storia non ha potuto attingere a corrette descrizioni scientifiche, ha però posto con una forza che rimane inalterata le “questioni fondamentali”, i cardini logici ed epistemologici di ogni teoria della mente e della coscienza. Tanto è che, anche oggi, ricercatori all’avanguardia in questi settori specifici organizzano, e valutano, le proprie acquisizioni sullo sfondo teorico di una corrente filosofica. Né bisogna credere che valga una sorta di principio evolutivo per cui la filosofia più recente si coniughi più facilmente con le scoperte più recenti. Anzi, vi sono probabilmente più studiosi della mente che fanno riferimento a S. Tommaso D’Aquino di quelli che aderiscono al pensiero di Heidegger o Wittgenstein. Tanto da poter dire, con
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

coscienza, cervello, mente, corpo, auto coscienza
modelli, quantistici, fisica, frattali, filosofia,
teorie, damasio, tononi- edelman, reti neurali
neuroni, neuroimaging, calcolo parallelo
paradossi, esperimenti, interpretazioni
calcolo quantistico, modello di chris king
sintropia di luigi fantappiè, modello di hameroff
penrose, collasso della frequenza d'onda,
teoria olonomica di pribram
rivoluzione, fisica quantistica, meccanica,modelli

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi