Skip to content

Benessere lavorativo e vincoli organizzativi: un confronto empirico tra i lavoratori del Nord e del Sud Italia

Informazioni tesi

  Autore: Lucrezia Palumbo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Silvia Maria Rita Platania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 92

Il benessere è un aspetto molto importante all'interno delle moderne organizzazioni: da esso non dipende solo la performance lavorativa del singolo, ma si trova anche in stretta relazione con la qualità di vita generale dello stesso. Esso può essere minato da molteplici elementi di costrittività insediati nei vari contesti, che possono potenzialmente provocare stress e patologie correlate, come il burnout, e condurre ad un abbandono dell'organizzazione. Tuttavia, tali possono essere affrontati tramite il potenziamento delle risorse individuali e l'attuazione di politiche aziendali centrate sulla persona. In contesto italiano sembrano esistere notevoli differenze al riguardo, sia all'interno dei contesti lavorativi che a livello di benessere psicofisico generale degli individui. Per approfondire le suddette ipotesi sono stati analizzati 136 lavoratori provenienti da Nord e Sud Italia, avvalendosi di un questionario strutturato e somministrato in forma online. I risultati mostrano che in presenza di ambienti vincolanti le persone possono percepire un minor grado di benessere ma, tramite le loro peculiarità psicologiche, possono essere capaci di fronteggiarli. Inoltre, le lievi differenze riscontrate tra il Nord e il Sud Italia confermano l'ipotesi di una spaccatura tra le due parti. Ricerche future potrebbero essere volte ad analizzare più in profondità tali differenze e trovare possibili aree di miglioramento.

Informazioni tesi

  Autore: Lucrezia Palumbo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Scienze della Formazione
  Corso: Scienze e tecniche psicologiche
  Relatore: Silvia Maria Rita Platania
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 92

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE “Che esista una questione meridionale, nel significato economico e politico della parola, nessuno più mette in dubbio. C'è fra il nord e il sud della penisola una grande sproporzione nel campo delle attività umane, nella intensità della vita collettiva, nella misura e nel genere della produzione, e, quindi, per gl'intimi legami che corrono tra il benessere e l'anima di un popolo, anche una profonda diversità fra le consuetudini, le tradizioni, il mondo intellettuale e morale” (Fortunato 1 , 1973, pp. 311). Tale citazione, nonostante risalga alla seconda metà del 900, descrive perfettamente la situazione attuale italiana poiché, purtroppo, il Gap tra Meridione e Settentrione è ancora molto marcato. Sono molteplici i dati forniti dall’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT 2 ) a riguardo, tra i quali sono di nostro specifico interesse sono la rilevazione continua sulle forze di lavoro e il rapporto annuale sul benessere equo sostenibile. La prima, che rappresenta la principale fonte di informazione statistica sul mercato del lavoro italiano, ci consente osservare le stime ufficiali degli occupati e dei disoccupati, le informazioni sui principali aggregati dell’offerta di lavoro (professione, settore di attività economica, ore lavorate, tipologia e durata dei contratti, formazione), nonché del peculiare fenomeno delle migrazioni temporanee. Dal 2004 la rilevazione è continua e ogni anno viene intervistato un campione rappresentativo della popolazione, di oltre 250 mila famiglie residenti in diversi comuni italiani. Le stime mostrano che un numero di circa 26.000 persone rappresenta la forza lavoro complessiva italiana, dei quali: il 50% si colloca al Nord e il restante 50% è suddiviso tra Sud e Centro Italia (con 5000 persone circa per il Centro Italia e 7000 per il Sud). Di tali numeri, gli occupati effettivi al Nord sono il doppio rispetto al Sud: secondo le ultime rilevazioni, di fatti, su un totale di 23.381 lavoratori in tutta Italia, solo 6.188 fanno parte del Meridione, mentre la restante parte si colloca nel Settentrione e nel Centro Italia, con ben 12.215 occupati al Nord e un terzo di essi al Centro (ISTAT). A supporto 1 Giustino Fortunato fu uno tra i più importanti rappresentanti del Meridionalismo italiano. 2 L’Istituto nazionale di statistica (ISTAT), ente di ricerca pubblico, è il principale produttore di statistica ufficiale a supporto dei cittadini e dei decisori pubblici.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

lavoro
cultura organizzativa
sud italia
burnout
benessere lavorativo
worklife balance
stress lavoro correlato
capitale psicologico
vincoli organizzativi
nord italia

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi