Skip to content

Il Diversity Management per la gestione delle imprese

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Brambilla
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Adalberto Alberici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

Nel primo capitolo dell'elaborato verrà brevemente trattato il concetto di corporate governance, sottolineando l'importanza di un buon governo societario che tenga conto delle esigenze e dei bisogni di tutti i suoi stakeholder, in primis dei suoi dipendenti, per poter ottenere performance economiche e sociali migliori.
Nel secondo capitolo poi si vuole sottolineare l'importanza del ruolo del management affinché la società possa raggiungere risultati soddisfacenti. È fondamentale infatti che i manager siano in grado contemporaneamente di soddisfare tanto l'efficienza lavorativa, quanto le necessità di tutti i dipendenti. In particolare, chi riveste il ruolo di manager deve svolgere una serie di compiti molto differenziati fra loro: in primis la pianificazione aziendale, andando a definire gli obiettivi che la società dovrà perseguire e le azioni utili al loro conseguimento; l'organizzazione della struttura interna, essenziale per o svolgimento dell'attività economica; la gestione del personale; il coordinamento delle diverse funzioni aziendali, per fare in modo che risultino integrate e permettano il funzionamento dell'azienda; infine il controllo, utile a verificare l'andamento e la qualità dell'attività svolta.
Il terzo capitolo tratta il tema profondamente attuale della diversità, individuandone le diverse tipologie (di differenze) individuate nella letteratura in materia. Successivamente viene trattato l'argomento in questione all'interno delle aziende, evidenziano il fatto che esso risulta una possibile fonte di vantaggio competitivo. In particolare viene poi illustrato lo studio condotto dalla McKinsey & Company che dimostra empiricamente il legame tra diversità e performance finanziarie delle società.
Nel quarto capitolo viene affrontato il tema del Diversity Management, sottolineando innanzitutto la necessità nelle aziende del passaggio ad una gestione consapevole delle diversità al loro interno. Per attuarla una società deve intraprendere un duplice cambiamento, uno a livello culturale ed uno a livello organizzativo. In seguito viene definito il concetto di Diversity Management, proponendo una serie di definizioni presenti in letteratura; dopodiché vengono proposti i principali modelli di intervento circa la gestione delle diversità: valutativi, prescrittivi ed operativi. Successivamente vengono individuati i principali benefici e costi del Diversity Management, prendendo come riferimento la relazione pubblicata nel 2003 dal Centre for Strategy and Evaluation Centre per conto della Commissione Europea che analizza le modalità di misurazione di costi e benefici derivanti dall'implementazione di politiche di gestione della diversità. Infine, per concludere il capitolo, viene esposta la principale normativa a tutela delle varie tipologie di diversità.
Il capitolo finale illustra la ricerca condotta dalla Banca d'Italia, pubblicata nel marzo 2020, inerente all'efficacia delle misure a sostegno della presenza femminile nei board degli istituti finanziari italiani.

Informazioni tesi

  Autore: Claudia Brambilla
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Economia e Management
  Relatore: Adalberto Alberici
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 55

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introduzione Numerosi fenomeni, fra cui la globalizzazione, i flussi migratori, i cambiamenti demografici, la crescita di mercati differenziati e la femminilizzazione del mercato del lavoro, hanno profondamente mutato la società attuale, facendo emergere culture fortemente diverse. Esse devono perciò convivere ed integrarsi fra loro e ciò fa sì che le diversità non possono essere più trascurate o poste in secondo piano, ma devono essere accettate, condivise e valorizzate. Fra le realtà che più sono coinvolte da questi fenomeni ci sono le imprese, che nella loro quotidianità si trovano a confrontarvisi in molteplici situazioni. Le aziende innanzitutto devono continuamente porre attenzione ai nuovi bisogni dei clienti, sempre più personalizzati e specifici, volatili e mutevoli. Altro elemento da sottolineare è che all’interno delle organizzazioni sono presenti un numero sempre maggiore di individui con caratteristiche e background differenziati, conseguenza di un mercato del lavoro profondamente eterogeneo in termini di genere, età, etnia, esperienze e così via. Inoltre, per potersi distinguere dai concorrenti, la risorsa fondamentale è il capitale umano, fattore che bisogna cercare di valorizzare e sfruttare. Da qui deriva l’attenzione alle diversità, alle caratteristiche uniche e inimitabili degli individui: la diversificazione del personale all’interno di un’organizzazione è fondamentale per ottenere un vantaggio competitivo unico rispetto ai propri concorrenti. Per realizzare quest’ultimo è necessaria una innovativa strategia gestionale, che punti a valorizzare le diversità individuali, da considerarsi valore aggiunto utile al conseguimento degli obiettivi aziendali. Guadagnare il vantaggio dalle diversità significa impararle, comprenderle ed apprezzarle, progettando un ambiente di lavoro che sviluppi questi valori e che sappia percepire i bisogni dei singoli in modo che ognuno si senta accolto e ben inserito, andando a creare un luogo motivante ed accogliente. In questo senso è fondamentale instaurare una cultura aziendale aperta e integrata attraverso l’adozione di un approccio gestionale noto come Diversity Management, per esaltare le specificità di ciascuno. Nel primo capitolo dell’elaborato verrà brevemente trattato il concetto di corporate governance, sottolineando l’importanza di un buon governo societario che tenga conto

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi