Skip to content

L'impatto di Covid-19 nelle Relazioni Internazionali: un primo bilancio

Informazioni tesi

  Autore: Gianmarco Romeo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Enrico Calossi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

L'emergenza dovuta al virus Sars-Cov-2 ha rivelato alcune delle fragilità del sistema internazionale, facendo riemergere attriti sopiti ed evidenziando i limiti dell'eccessiva interdipendenza economica. La ricerca vuole analizzare l'impatto dell'attuale epidemia di Covid-19 sulla comunità internazionale nell'ambito della politica estera e della cooperazione internazionale, in particolare approfondendo il ruolo dell'Unione Europea e delle organizzazioni internazionali nella lotta al coronavirus. La tesi si concentra inizialmente sull'analisi storica del legame tra epidemie e relazioni internazionali, ripercorrendo i principali fenomeni epidemici del passato, dalla febbre tifoide di Pericle nell'Atene del 430 a.C. fino all'influenza spagnola del 1918 e le relative conseguenze sul sistema internazionale dell'epoca. Nella seconda parte viene descritto il contesto dell'attuale pandemia di Covid-19, la sua evoluzione, le differenze storico-culturali rispetto alle epidemie viste in precedenza e le prime reazioni della comunità internazionale, osservando il livello di efficacia delle organizzazioni internazionali nella cooperazione per la gestione dell'epidemia. Nel caso empirico si analizza il ruolo dell'Unione Europea davanti alla sfida lanciata dal virus, cercando di conferire una visione teorica al tipo di approccio alla politica estera condotta dagli stati membri nel periodo iniziale dell'emergenza, attraverso i principali filoni di studio delle relazioni internazionali. Si presta poi attenzione alla competizione degli aiuti umanitari, grandi protagonisti nei primi mesi di pandemia e al disimpegno statunitense dal proprio ruolo di guida e garante del multilateralismo. Concludendo, si analizzano le prime conseguenze economiche, sociali e politiche di Covid-19 nelle relazioni internazionali e nello sviluppo delle istituzioni. Senza affrontare le possibili conseguenze geopolitiche a lungo termine della crisi, in questo lavoro si tenta di confrontare le reazioni storiche e attuali alle epidemie, per evidenziarne gli effetti costanti. Il filo conduttore della ricerca è quello di capire, fornendo un primo bilancio degli effetti dell'epidemia, se Covid-19 al pari di altre epidemie del passato possa influenzare gli equilibri globali incrementando le tensioni già presenti nelle relazioni internazionali a discapito della cooperazione, oppure contribuire al rilancio del processo di integrazione. Covid-19 potrebbe infatti, anziché cambiare il mondo e decidere la fine del multilateralismo, come alcuni esperti hanno teorizzato nelle prime fasi dell'epidemia, avere effetti meno drastici ed operare in maniera inversa portando lentamente ad una maggiore cooperazione e all'evoluzione delle istituzioni internazionali, ad esempio sbloccando il processo di unificazione politica dell'Unione Europea, o riformando organizzazioni come l'OMS che godono di troppa poca autonomia per poter perseguire gli obiettivi prefissati e rispondere in maniera efficace alle crisi.

Informazioni tesi

  Autore: Gianmarco Romeo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Enrico Calossi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 59

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Considerando l’attualità e l’entità dell’emergenza epidemica di Covid-19, si ritiene allettante il tentativo di formulare il legame tra epidemie e relazioni internazionali. Nel corso della storia, alcune epidemie hanno avuto un impatto diretto sull'interazione politica modellando le relazioni internazionali. La tesi vuole esaminare gli effetti delle epidemie del passato nelle relazioni internazionali, confrontandoli con quelli dell'attuale pandemia provocata dal virus Sars-Cov-2, che sta affliggendo il mondo globalizzato dell’era digitale, non solo provocando centinaia di migliaia di morti, ma anche inasprendo i rapporti diplomatici. La crisi, infatti, ha spinto molti degli analisti di relazioni internazionali e di geopolitica, a studiarne le possibili conseguenze sul sistema internazionale. Alcuni di essi credono che l'attuale epidemia cambierà del tutto gli assetti geopolitici, altri sono convinti che invece non cambierà niente, o ben poco, rispetto al mondo prima della pandemia, come ha scritto il politologo John Ikenberry (2020), il virus ha risvegliato tutti i campi del ‘Western grand strategy debate’. Fin dalla prima ora dell’emergenza, analisti e studiosi hanno indicato tra i possibili scenari la crisi definitiva dell’Unione Europea, la fine della globalizzazione e dell’egemonia americana, con ripiegamenti nazionalisti, ma anche, l’inizio di un ordine guidato dalla Cina o di un nuovo internazionalismo. Pur se da diverse prospettive, in molti hanno sostenuto che la pandemia produrrà un mondo segnato dalla fine definitiva del ‘rules-based international order’ nonché dal rischio di un ritorno alla conflittualità, e all’assenza di leadership globale, che hanno contraddistinto il periodo tra le due guerre mondiali. Non è obiettivo di questa ricerca sbilanciarsi sui possibili effetti a lungo termine provocati da Covid- 19 che, per opinione condivisa dalla maggioranza degli analisti, saranno ben osservabili e analizzabili, solamente ad emergenza finita. Tuttavia, è interessante capire in che modo l’epidemia possa influenzare le relazioni internazionali. E’ infatti evidente, come in tempi rapidissimi, si siano intensificate dinamiche già in atto nella politica internazionale, come attriti sopiti siano riemersi, come le organizzazioni internazionali siano state tacciate di inefficacia, e come abbia trionfato il sovranismo durante il primo periodo dell’emergenza, con accuse reciproche e chiusura dei confini. Il ritorno ai confini, come mostrano gli eventi degli ultimi mesi, è avvenuto su due piani. Al livello degli spazi politici degli Stati, che sono tornati ad essere percepiti come luoghi di protezione per gli individui e le comunità, e al livello degli spazi globali di influenza, dove le potenze schierate sul campo di battaglia della comunicazione, attraverso il soft power e la competizione degli aiuti umanitari, mirano a ritagliarsi sfere egemoniche volte alla realizzazione di un ordine mondiale fondato sulla competizione tra blocchi regionali. A tal proposito, il politologo George Friedman,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi