Skip to content

La controversia tra Italia e Brasile nel caso Cesare Battisti: profili di diritto internazionale

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Tria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Elena Carpanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

La presente dissertazione propone l’analisi di un caso concreto in materia di estradizione – il caso di Cesare Battisti, ex terrorista, latitante dagli anni ‘80 – soffermandosi sui profili di contrarietà della vicenda al diritto internazionale. Lo studio è stato condotto analizzando, innanzitutto, le norme di diritto internazionale indispensabili per l’inquadramento del caso in questione. Nel primo capitolo, in particolare, l’analisi ha riguardato l’istituto dell’estradizione quale strumento classico di cooperazione giudiziaria tra Stati nel contrasto alla criminalità, soffermandosi sullo studio dei trattati in questione e sull'evoluzione dell'obbligo di aut dedere aut judicare. Nel secondo capitolo ci si soffermerà, invece, sulle norme di diritto internazionale dei diritti umani, quali possibili cause di esclusione o limitazione alla consegna dell’individuo. Il terzo e ultimo capitolo sarà dedicato all’esame del caso Cesare Battisti. Dopo una prima ricostruzione dei fatti avvenuti in Italia, Francia e Brasile, si analizzeranno nel dettaglio i profili di contrarietà al diritto internazionale scaturenti, in particolare, dalla concessione dello status di rifugiato a Battisti da parte del Ministro della giustizia brasiliano Tarso Genro, e dal diniego di estradizione in Italia da parte del Presidente Lula da Silva.

Informazioni tesi

  Autore: Lucia Tria
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Elena Carpanelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 98

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
29 CAPITOLO 2 GLI IMPEDIMENTI ALLA CONCESSIONE DELL’ESTRADIZIONE 2.1. Gli impedimenti alla concessione dell’estradizione: cenni introduttivi Come già analizzato nel precedente capitolo, nel valutare la richiesta di estradizione bisogna tenere conto di vari aspetti, alcuni dei quali potrebbero poi scaturire in un motivo di diniego della stessa. Infatti, l’analisi dei trattati e delle normative nazionali in materia di estradizione dimostra la presenza costante di alcune disposizioni che pongono limiti all’operatività di questo istituto, vietando in taluni casi la consegna della persona per cui l’estradizione è stata richiesta. Alcuni impedimenti, che sono alla base dei processi di estradizione, sono già stati richiamati nel precedente capitolo: il principio del ne bis in idem, che vieta di richiedere l’estradizione per un fatto che abbia già condotto a una sentenza; il principio di specialità, che proibisce di procedere nei confronti dell’estradato per fatti anteriori o diversi da quelli per i quali è stata concessa l’estradizione; e il principio della doppia incriminazione, che richiede che il fatto posto in essere dalla persona ricercata sia penalmente illecito sia per lo Stato richiedente sia per lo Stato rifugio. La maggior parte degli impedimenti alla concessione dell’estradizione che verranno di seguito analizzati, ivi compresi quelli di cui sopra, garantiscono agli Stati la possibilità di rifiutare l’estradizione per motivi legati alla tutela dei diritti fondamentali dell’individuo. Invero, parallelamente alla centralità acquisita dall’estradizione come principale e più efficace mezzo di contrasto al crimine, anche la tutela dei diritti dell’individuo ha assunto sempre più rilevanza a livello nazionale e internazionale. Si tende, dunque, sempre più a includere il rispetto dei diritti umani nel processo di estradizione e, allo stesso tempo, a raggiungere una collaborazione più incisiva per punire in modo efficace i crimini. È quindi necessario trovare un bilanciamento tra queste due istanze affinché si venga a creare un sistema in cui i crimini sono puniti e i diritti umani rispettati 129 . A tal proposito, vedremo che, nel tentativo di realizzare questo sistema bilanciato, in alcuni casi se lo Stato di rifugio ottiene assicurazioni adeguate riguardanti 129 J. Dugard and C. Van Den Wyngaert, Reconciling Extradition with Human Rights, in the American Journal of International Law, vol. 92, no. 2, 1998, p. 187.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

terrorismo
estradizione
status di rifugiato
aut dedere aut judicare
cesare battisti
cesare battisti e i pac in italia
impedimenti alla concessione dell'estradizione
dottrina mitterand
diritti umani estradando
natura politica dei reati

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi