Skip to content

La Difesa comune europea. Un'opportunità di sviluppo?

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Masullo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Emanuele Castelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

In questa tesi vengono ripercorse le tappe principali della storia della difesa comune europea (dal fallimento della CED ai giorni nostri). Viene inoltre proposta un'analisi dei rapporti, della cooperazione e dell'evoluzione dell'Unione europea e della NATO. Attraverso l'analisi delle spese militari, si evidenzia come la ricerca e sviluppo in ambito militare possa essere un'opportunità per rafforzare la difesa comune europea ed anche per creare sviluppo nel mondo civile.

Informazioni tesi

  Autore: Gabriele Masullo
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Parma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Emanuele Castelli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 75

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
7 INTRODUZIONE Il 12 novembre 2003, a Nassiriya, diciannove italiani (dodici carabinieri, cinque militari e due civili, oltre a nove iracheni) rimangono vittime dell’esplosione provocata da un camion cisterna pieno di esplosivo. Nei ricordi della mia giovanissima età, questo evento è ben impresso nella mia mente; avevo cinque anni e mentre ero a casa con mia madre ci fu un’edizione speciale del telegiornale. Non era quella che annunciava l’attentato terroristico, ma quella che seguiva in diretta l’arrivo in Italia delle salme dei caduti, all’aeroporto di Ciampino a bordo del C-130J dell’Aeronautica militare. Mia madre si fermò, divenne seria e compresi che quello era un momento delicato che avrebbe meritato la mia attenzione. Seguii tutto l’evento vicino mia madre in silenzio ed il giorno dopo le consegnai un disegno, che lei non mancò di appendere fuori la nostra porta di casa. Lì avevo raffigurato un aereo, qualche persona e tante bandiere italiane. Davanti alle immagini del rientro in patria di quei soldati caduti sul campo e dei loro famigliari distrutti dal dolore, c’è solo una domanda che un bambino può porsi: perché? Perché l’uomo ha creato le condizioni affinché accadano questi tragici eventi? Perché esistono la guerra, le armi, le bombe? Ma il mondo purtroppo è infinitamente più complesso e crescendo, approfondendo e intraprendendo un certo percorso di studi, si iniziano a trovare spiegazioni, ad attribuire significati e forse a perdere di un po' di umanità. L’attentato di Nassiriya è avvenuto all’interno di una missione con finalità di peace-keeping delle Nazioni Unite, alla quale l’Italia ha preso parte con la missione Antica Babilonia, con base principale proprio a Nassiriya. Promuovere e mantenere la pace, supportare i civili in difficoltà, aiutare un territorio a rialzarsi dopo la guerra: questi gli obiettivi. Il mondo della difesa è molto più ampio rispetto al solo concetto di guerra e non bisogna farsi ingannare dall’utilizzo di mezzi militari. Il documentario-evento di Michele Bongiorno dal titolo “Lungo la Blue line” è un altro esempio di come lo strumento militare riesca a garantire che una situazione non degeneri. Un racconto che mostra l’impegno e la condizione particolare dei soldati (in maggioranza italiani) che operano al confine tra Libano ed Israele dal 1978 e che ormai sono parte integrante del territorio. Anche in questo caso si tratta di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
sviluppo
personale
ricerca
nato
berlin plus
spesa militare
eserciti
difesa comune

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi