Skip to content

L’INTELLETTUALE SALARIATO - Un’analisi di Lettore di casa editrice di Giuseppe Pontiggia

Informazioni tesi

  Autore: Niccolò Cazzola
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Lettere
  Relatore: Elisa Ludovica Gambaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 62

L’analisi affronta un discorso complementare sul racconto, ricollegandosi all’opera di Pontiggia e alle testimonianze del suo pensiero. La prima sezione, assistita da una ricerca archivistica, si occupa della genetica creativa ed editoriale del testo, a partire dalla stesura pubblicata nel 1971 fino alla versione licenziata come definitiva. La seconda parte esamina le tecniche narrative di Lettore di casa editrice, concentrandosi sull’influenza dello spazio e sui meccanismi del tempo, approfondendo infine il ruolo del narratore. Il terzo capitolo, partendo dall’esperienza professionale e autobiografica dell’autore, confronta il personaggio del Lettore con il panorama culturale, all’epoca della composizione, in cui trovano spazio gli intellettuali salariati. Il quarto è dedicato a studiare lo stile e le scelte compositive, ponderando la carica sperimentale e a tratti parodica del racconto; mentre l’ultimo capitolo, a causa della funzione risolutiva di un testo come Delitto e castigo, definisce l’importanza che Pontiggia riconosce ad un rapporto dinamico con i classici, strumenti di comprensione e di crescita.

Informazioni tesi

  Autore: Niccolò Cazzola
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Umanistiche
  Corso: Lettere
  Relatore: Elisa Ludovica Gambaro
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 62

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
14 2 TECNICHE NARRATIVE 2.1. Dalla banca agli uffici editoriali: caratteristiche e influenze dello spazio lavorativo La figura dell’impiegato vanta una tradizione letteraria quanto mai considerevole. In Italia, in particolare, - tenendo comunque ben presenti le influenze europee e non, da Kafka a Courteline, da Melville a Dickens e Balzac – ha acquisito una discreta fortuna antonomastica il personaggio di una commedia 1 composta in piemontese da Vittorio Bersezio, Ignazio Travet, il cui cognome, propriamente “piccola trave”, è diventato sinonimo di “impiegato modesto e mal pagato, che si sacrifica per il suo monotono e ingrato lavoro d’ufficio”. Quando Pontiggia fa sua questa espressione per riutilizzarla, quasi un secolo dopo, nel suo primo romanzo, la società italiana ha sviluppato nuove strutture economiche e culturali che, pur allargando gli orizzonti del progresso dando vita a una rinnovata speranza di crescita e affermazione personale, mantengono tuttavia intatte le prerogative dell’impiegato medio. Se al tempo di Bersezio il lavoro di ufficio si inseriva in un contesto ancora marcatamente rurale, rivelandosi “privilegio” perlopiù del burocrate statale, nel Novecento del boom cambiano forse le aspirazioni e sicuramente i luoghi 2 dove poter esercitare la propria condizione di salariato, ma non l’avvilente consapevolezza dei propri limiti. Barenghi 3 osserva come in letteratura l’apologia dell’impiegato pubblico o privato non dia esiti differenti in rapporto a diverse strutture socio-economiche tipiche di un periodo storico più che 1 Le miserie 'd Monsù Travet, commedia in cinque atti in piemontese rappresentata per la prima volta nel 1863. Dell'opera esiste anche una versione in italiano edita dallo stesso autore nel 1871. 2 Alla macchina statale si aggiungono le banche e gli uffici industriali dei “colletti bianchi”, crescono gli studi professionali e la supremazia del mercato finanziario. 3 Barenghi, M., Postfazione, in Pontiggia, G., La morte in banca. Un romanzo breve e sedici racconti, Milano, Oscar Mondadori, 2003

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

editoria
olivetti
cultura
racconto
alienazione
lettore
boom
bianciardi
pontiggia
impiegato

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi